Topi a scuola, Corona: “Se Ingaldi sapeva, perché si è aspettato tanto?”

“L’Assessorato alle Scuole e all’Infanzia sapeva che c’erano topi nei locali dell’Istituto San Modesto, ma i bambini sono rimasti in contatto con gli escrementi fino a quando le mamme non hanno protestato”, è l’attacco di Gabriele Corona, presidente di Altrabenevento ad Amina Ingaldi.

“L’ex assessora Ingaldi si decidesse a raccontare anche delle tensioni per i parcheggiatori abusivi – scrive Corona -.
Il sito internet di informazione “Emozioninrete.com” a proposito della chiusura della scuola San Modesto per la presenza di topi, riporta il seguente commento su facebook dell’ex assessora Amina Ingaldi: “Sapevo da tempo della presenza di escrementi di topi nella scuola di San Modesto ed avevo chiesto la immediata soluzione del problema. Sicuramente Pasqua… Apprendo ora solo, dopo la mia revoca, che si procederà in questo fine settimana. Non ho parole..”
Si tratta di una dichiarazione gravissima!!
L’assessora alla scuola e all’infanzia – attacca ancora Corona – sapeva della presenza di topi ed escrementi nei locali frequentati dai bambini ma quell’istituto è rimasto aperto fino a quando le mamme non si sono recate al Comune per protestare.
Addesso Amina Ingaldi deve recarsi subito alla Procura della Repubblica e spiegare a chi ha chiesto gli interventi immediati che non sono stati fatti? Quale dirigente era stato avvisato? Quali colleghi di Giunta sapevano.
Basta mezze frasi, allusioni e messaggi cifrati! L’ex assessora si decidesse a raccontare la verità sui contrasti con il sindaco Mastella anche a proposito delle multe ai parcheggiatori abusivi e le loro proteste. Se si è risentita per essere stata lasciata sola ad affrontare questa delicata questione, avrebbe ragione sicuramente, ma lo deve dire senza cincischiare oltre”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.