Agguato razzista al Rione Libertà. Uno degli aggressori era al comizio del capo di Forza Nuova

È stato un barbaro pestaggio xenofobo quello avvenuto ieri al Rione Libertà. Tre uomini hanno inseguito e poi colpito con pietre e mattonelle un giovane extracomunitario mentre camminava lungo il Ponte sul fiume che porta a via Napoli. ll ragazzo che stava tornando nella sua abitazione verso le 22, è stato aggredito e picchiato senza alcun motivo. Solo la presenza di alcuni operatori della forestale che stanno spargendo sale sulle strade e che hanno allertato subito le forze dell’ordine, ha potuto evitare il peggio.

Uno degli aggressori aveva partecipato, domenica scorsa, al comizio del capo di Forza Nuova, Roberto Fiore, al Piccolo Teatro Libertà.

Nella foto, con il volto non identificabile in attesa che la Questura renda note le generalità, uno dei tre aggressori del giovane extracomunitario. L’aggressore è già noto alle forze dell’ordine per la sua attività di spaccio di sostanze stupefacenti. Aveva partecipato domenica al comizio di Roberto Fiore.

Un agguato razzista in piena regola, dunque, che è sintomatico del clima di odio che si respira ormai in tutto il Paese anche per il riemergere sulla scena politica di organizzazioni neofascisti, come Casapound e Forza Nuova. Domenica scorsa Roberto Fiore ha potuto tenere un comizio in una struttura pubblica del rione Libertà concessa dal sindaco Mastella. 

Ieri il grave agguato di chiara matrice razzista ai danni di un giovane gambiano. Non è un caso che uno degli aggressori fosse presente all’iniziativa di Forza Nuova di tre giorni fa a Benevento.

Intanto, alle 11 di questa mattina, Lap@silo31 terrà un presidio a via Napoli davanti al distributore di benzina Repsol, luogo del grave raid razzista di ieri sera.

 

Teresa Ferragamo

Teresa Ferragamo

Teresa Ferragamo, giornalista per vocazione, addetto stampa con il pallino della comunicazione prima di tutto. Dopo aver scritto per varie testate giornalistiche, ha fondato sanniopage.com, per dimostrare che un altro giornalismo è possibile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.