Alluvione, 20 milioni dalla Regione per le imprese

Dopo il via libera del Consiglio regionale della Campania all’ordine del giorno da me presentato sono stati pubblicati sul Bollettino Ufficiale gli avvisi a sostegno delle imprese colpite dagli eventi alluvionali del 15 e 19 ottobre 2015 per i quali è stato proclamato lo stato di emergenza nazionale. L’alluvione ha colpito ben 277 aziende provocando gravi danni al mondo produttivo locale, con molte imprese che sono state costrette a delocalizzare le proprie produzioni. Per questo il mio impegno e di tutto il governo regionale è stato quello di intervenire con programmi ad hoc a sostegno al sistema imprenditoriale e a tutela dell’occupazione attraverso il ristoro del danno subito dalle aziende e misure di stimolo agli investimenti per le imprese locali, al fine di intervenire non solo sul ripristino ma anche per la ripresa economica”.

Così il Consigliere regionale e Vicepresidente della Commissione Agricoltura, Erasmo Mortaruolo in riferimento agli avvisi pubblici pubblicati dalla Regione Campania che mettono a disposizione delle imprese complessivi 20 milioni di euro destinati al ripristino dei beni immobili e mobili strumentali all’attività di impresa e alle scorte di magazzino. “Il senso di responsabilità di tutto il Consiglio regionale – prosegue Mortaruolo – ha permesso il raggiungimento di questo importante risultato. Nel dicembre 2015 tutti i colleghi consiglieri, sia di maggioranza che di opposizione, sostennero il mio ordine del giorno a favore delle imprese colpite dall’alluvione nel Sannio, al fine di mitigare i danni e sostenere la ripresa, e finalizzato ad individuare, anche con il sostegno del Governo, risorse finanziare necessarie per il ripristino delle infrastrutture danneggiate. In quella occasione ritenni opportuno inserire anche misure a favore della messa in sicurezza del nostro territorio”.

Con quell’ordine del giorno il Consiglio regionale impegnava la Giunta della Regione Campania ad attivare, anche all’interno degli accordi in corso di realizzazione con il Governo, le misure previste dall’art. 26 della Legge di Stabilità con una prima disponibilità di risorse finanziarie consistenti (20 milioni di euro) il risarcimento dei danni subiti dalle imprese del Sannio colpite dall’evento alluvionale ed ad attivare anche tutte le forme di intervento possibile all’interno della nuova programmazione per il sostegno alla ripresa e allo sviluppo delle imprese dell’area colpita dall’alluvione.
Inoltre si richiedeva l’attivazione di misure specifiche per il Sannio all’interno degli interventi e delle risorse disponibili nel piano idrogeologico nazionale ed individuare nell’ambito del POR FESR 2014/2020, nell’ambito dell’asse V ‘Prevenzione rischi naturali e antropici, finalizzato alla messa in sicurezza del territorio’ con misure specifiche per ridurre il rischio idrogeologico nel Sannio. E ancora il sollecito a presentare formalmente domanda di accesso al Fondo di Solidarietà europeo e di individuare unitamente con il Governo ulteriori risorse finanziarie necessarie per consentire di far fronte agli interventi di rimessa in condizioni di normalità infrastrutture e aree compresa la rimozione dei detriti e delle produzioni industriali deteriorate.

La Regione ha inoltre approvato, in attuazione della DGR n.754 del 16/12/2015, la Direttiva di attuazione “Selezione e finanziamento di interventi finalizzati al ripristino delle infrastrutture di supporto agli insediamenti produttivi delle zone colpite dagli eventi calamitosi, nei giorni dal 14 al 20 ottobre 2015” relativi a: Comune di Airola – Rifacimento collettore fognario a servizio della zona industriale a via Caracciano. Intervento di ripristino delle infrastrutture a rete; Comune di Durazzano – Completamento delle opere di urbanizzazione e dei servizi nel PIP in località; Comune di Forchia – Ripristino funzionale della sede viaria di Via Cagni e Via Croce; Comune di Paolisi – Recupero funzionalità rete fognaria a servizio dell’area PIP di Via Molino Faenza; Comune di Ponte – Interventi di mitigazione, di ripristino funzionale e risanamento idrogeologico del Vallone a monte dell’area PIP; Comune di Reino – Interventi di manutenzione straordinaria volti al ripristino della strada di collegamento Reino, zona PIP, San Marco del Cavoti e delle relative strade locali di accesso con ripristino dei relativi sottoservizi; Consorzio Asi Benevento – Lavori di ripristino e adeguamento del centro servizi collettivi, sede del consorzio ASI, nell’agglomerato industriale di Ponte Valentino in Benevento; Consorzio Asi Benevento – Lavori di messa in sicurezza della viabilità consortile e della regimentazione delle acque.

Conclude Mortaruolo: “In questi mesi la Regione Campania, lontana da qualsiasi forma di spot e proclama, ha voluto dare risposte a un territorio ferito che aveva bisogno di un supporto per ripartire. Da sannita sento dunque il bisogno di ringraziare il presidente della Giunta regionale, l’assessore Amedeo Lepore e tutto il Consiglio per il senso di responsabilità avuto nei confronti della nostra provincia che ha dovuto affrontare con tenacia e una dignità senza pari un momento difficile e delicatissimo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.