Altrabenevento: “Il servizio di Canale 5 di oggi sul caso mensa scolastica, è una “marchetta” per Mastella”.

Altrabenevento interviene sull’intervento del sindaco Mastella a Canale 5: “Questa mattina, per la seconda volta in una settimana, la trasmissione Mattino Cinque di Canale 5 ha accennato allo scandaloso servizio di mensa scolastica di Benevento, ma anche oggi il presidente di Altrabenevento è stato invitato alla diretta ma non ha potuto parlare. Era già accaduto in occasione della diretta televisiva da Benevento di venerdì scorso, quando si è parlato delle indagini della magistratura nate proprio dalle denunce di Altrabenevento, e si è ripetuto oggi nonostante fosse stato concordato un breve intervento di Gabriele Corona.

La trasmissione ha dato invece ampio spazio al sindaco Mastella, presente negli studi di Canale 5, il quale si è limitato a sostenere, senza contradditorio, che lo scandalo mensa riguarda la passata amministrazione e che per il servizio attuale vengono fatti tutti i controlli necessari.

A Corona non è stata data la parola per spiegare che lo scandalo mensa di Benevento di cui adesso parla tutta l’Italia, è la conseguenza di controlli confusi che adesso sono ancora più carenti. Mastella sostiene, come gli amministratori che lo hanno preceduto, che i controlli devono essere effettuati dalla ASL ma questo è vero solo in parte e proprio la confusione sulle competenze ha consentito la scandalosa gestione prima della Ristorò fino a marzo 2015 e poi della coop. Quadrelle 2001 per lo scorso anno scolastico.

La ASL verifica le condizioni igienico-sanitarie ma non controlla l’approvvigionamento dei prodotti, la loro provenienza e neppure il rispetto del Capitolato di appalto e quindi il contratto con il Comune.  Nessuno sta facendo queste verifiche e quindi non si può certamente dire che oggi la mensa è sicura. Ad esempio, nessuno ha verificato che i pasti vengono messi nelle vaschette di plastica tre ore prima del consumo e non 90 minuti come indicato nel Capitolato.

Neppure l’assessora Ingaldi, l’ultima arrivata a recitare il mantra “è tutt’appost, tutt’appost”, si è accorta, ad esempio, che davanti alle cucine sono ammucchiate tonnellate di rifiuti in putrefazione con i cani che le spargono dappertutto, perché la Quadrelle 2001 non è iscritta  all’ufficio Tributi del Comune. Un qualunque ristoratore di questa città paga la tassa rifiuti per 5-6.000 euro all’anno, perché la Quadrelle 2001 non paga? Lo deve sapere la ASL o lo possono controllare gli amministratori comunali?

La Quadrelle 2001 gode di molti privilegi in questa città al punto che il suo factotum, Salvatore Ciro Balestreri, dal titolo incerto, si permette anche di insultare e diffamare il presidente di Altrabenevento con commenti sulla pagina facebook della associazione di questo tenore “Lei, Corona, è solo un Terrorista mediatico senza coscienza e senza scrupoli, e se oggi 50 posti di lavoro sono a rischio, al di fuori dei posti di lavoro pubblici per gli insegnanti impegnati nella compresenza, è solo merito delle sue nefandezze. Il servizio mensa oggi è particolarmente controllato da più Istituzioni Statali, ASL, NAS, Ente Comunale, ecc;.”. Balestrieri stanotte aggiungeva:  “Da ultima anche la “bravata” di Canale 5 di stamane, a cui dovrà seguire una inevitabile denuncia per calunnia e diffamazione per tutte le continue falsità riportate, e che saranno prontamente smentite dalla scrivente.”

Ma quelle dichiarazioni per le quali Balestrieri annunciava,  preventivamente, la querela, Corona non le ha potute fare stamattina a Canale 5. Naturalmente è successo solo per caso”.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.