Amerigo Ciervo presenta gli incontri dell’Anpi: “Uno spazio di riflessione per tutta la città”.

Un ricco programma dalla Resistenza alla Shoah,
il fascismo a Benevento, Carlo Levi a Cesare Pavese

“Non stiamo a casa, a seguire gli eventi sui social. Scendiamo nelle piazze, come hanno fatto a Bologna. Con questi seminari vogliamo offrire uno spazio di riflessione a tutta la città. La nostra finalità è Resistere, difendere la Costituzione”. Con queste parole accorate, Amerigo Ciervo, presidente provinciale dell’Anpi, ha presentato il terzo ciclo degli incontri sulle tematiche storiche ,filosofiche e d’attualità, che si terranno dal novembre 2019 al maggio 2020,nel salone “Giuseppe Di Vittorio” della Camera del lavoro di Benevento.
Il programma è ricco di spunti e di ragionamenti sul passato, sul presente e sul futuro. I temi trattati vanno dai cinquant’anni di Piazza Fontana alla Shoah, da Carlo Levi a Cesare Pavese, dal fascismo a Benevento alla Seconda Guerra Mondiale nel Mezzogiorno, dal confronto sulle dittature al rapporto tra sacerdoti e Resistenza. Relazioneranno Vincenzo Baldini, Nicola Sguera, Antonio Conte, Ilaria Vergineo, Corrado Tesauro, Dario Melillo, Lorenzo Covino, Erminio Fonzo, Gianni Cerchia, Guido D’Agostino, Ciro Raia, Mariavittoria Albini, Amerigo Ciervo, Teresa Simeone, Dolores Morra, Vincenzo Casamassima e Gaetano Cantone. Il seminario è organizzato in collaborazione con l’Istituto Campano di Storia della Resistenza.
“Arriviamo a quest’appuntamento -ha ricordato Ciervo- dopo aver svolto diversi incontri nelle scuole ed il grande successo della mostra sulla Costituente allestita a Palazzo Paolo V. Abbiamo aperto due sezioni zonali dell’Anpi a Morcone e a Montesarchio. Abbiamo 250 iscritti. A noi si guarda con grande attenzione. Siamo preoccupati per come vanno le cose nel mondo d’oggi, c’è bisogno di coltivare la memoria e la conoscenza. Se si è dovuto pensare di predisporre una scorta per una donna novantenne, che ha trascorso tredici anni nei campi di concentramento, comprendiamo a quale livello è arrivato il nostro paese”.
Alla presentazione hanno partecipato Luigi Marino, responsabile regionale Anpi Campania, Dario Melillo, coordinatore Officina “Maria Penna”, tra i promotori del seminario, Aldo Policastro, Procuratore della Repubblica di Benevento. Per l’occasione è stato anche distribuito il volume “Sentieri di Resistenza”, che raccoglie gli interventi del secondo ciclo. “L’Anpi non è un partito -ha esordito Marino- il nostro primo impegno è la difesa della Costituzione, che è un progetto sociale ancora incompiuto. Stiamo attenti ai nuovi volti del fascismo che sono la xenofobia, il razzismo, l’autoritarismo. Nella seconda guerra mondiale ci sono stati 50 milioni di morti. Di questi, 25 milioni erano sovietici. Per questo la mozione che mette sullo stesso piano fascismo e comunismo è una vergogna”.
Gli incontri si terranno sempre di venerdì, a cadenza settimanale, tranne il primo, quello con Baldini, previsto per mercoledì 27 novembre prossimo. “Gli ideali della Costituzione -ha affermato Policastro- vanno calati nella pratica quotidiana, partendo dal primo fondamento della Repubblica che è il lavoro. C’è bisogno di un movimento collettivo, fuori dagli schemi, che educhi le giovani generazioni all’impegno e a dire no alle lusinghe del potere, che combatta la corruzione, per costruire un percorso che porti a vedere la luce”.

Antonio Esposito

Antonio Esposito

Docente di lettere con la passione per il giornalismo. Cominciò nel 1982 come corrispondente de "l'Unità". Ha continuato, per oltre vent'anni, con "La Voce della Campania", mensile regionale d'inchiesta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.