Appelli a boicottare McDonald’s e altri marchi sulla scia dell’invasione russa dell’Ucraina

I principali marchi globali, tra cui McDonald’s azienda (MCD.N)PepsiCo (PEP.O) e su Estee Lauder Cos Inc. Pensando di sospendere temporaneamente le loro operazioni in Russia, venerdì il capo del Fondo pensioni dello Stato di New York ha scritto in lettere a diverse società.

Ristorante McDonald's

Ristorante McDonald’s (iStock / iStock)

altro comp I destinatari della lettera sono Mondelez International Inc, Fortinet Inc, Kimberly-Clark Corp, Bunge Ltd, Coty Inc e Alnylam Pharmaceuticals Inc. e Trimble Inc.

I marchi di fast food statunitensi soggetti alla chiusura in Russia a causa del conflitto in Ucraina

Nessuna delle società ha risposto immediatamente a una richiesta di commento.

Lattine di Pepsi in mostra. (Denise Truscello / Getty Images per LARAS / Getty Images)

Politico Aumenta la pressione sulle aziende affinché chiudano Russia A causa della sua invasione dell’Ucraina, le sanzioni rendono difficili alcune operazioni. Alcune grandi aziende hanno già dichiarato che si fermeranno, tra cui il produttore di scarpe da ginnastica Nike e l’azienda di arredamento per la casa IKEA. Per saperne di più

La guerra russo-ucraina crea ‘enorme shock dell’offerta’: capo della Banca mondiale

I prodotti Nike sono in mostra allo Shop SIX:02 all’interno del flagship store Foot Locker ridisegnato a Manhattan, New York. (Foto AP/Mary Altaffer/Sala stampa AP)

Le lettere del controllore dello Stato di New York Thomas Dinpoli hanno esortato le aziende a rivedere le loro attività in Russia perché devono affrontare “rischi legali, di conformità, operativi, operativi, diritti umani, dipendenti e reputazionali significativi e crescenti”, ha scritto Dinapoli, che sovrintende a quasi 280 miliardi di dollari per lo stato . Un fondo pensione che possiede azioni di società.

READ  OpenSea indaga su voci di exploit NFT multimilionario

CLICCA QUI PER LEGGERE DI PIÙ SU FOX BUSINESS

La lettera affermava che l’interruzione o la fine delle operazioni in Russia “affronterebbe i vari rischi di investimento associati al mercato russo e svolgerebbe un ruolo importante nel condannare il ruolo della Russia nel minare radicalmente l’ordine internazionale, che è vitale per un’economia globale forte e sana”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.