Asia, Corona (Altrabenevento): “Madaro nomina consulente un commercialista imputato per riciclaggio”

L’Asia della discordia (tra maggioranza e opposizione) finisce nel mirino di Gabriele Corona, presidente di Altrabenevento, che rivela: “Madaro ha nominato consulente un commercialista imputato per riciclaggio”. Un’accusa grave che getta nuove ombre sulla municipalizzata.

“Alcuni giorni – spiega Corona – il consigliere comunale di opposizione al Comune di Benevento, Italo Di Dio, ha chiesto le dimissioni dell’assessore alle Finanze, Maria Carmela Serluca, perché è socia di una società che ha ricevuto un incarico di consulenza dall’ASIA, l’Azienda Servizi Igiene Ambientale dello stesso Comune. Il sindaco Mastella ha subito ricordato che Di Dio ha avuto pure lui un incarico da quell’azienda ed ha annunciato una conferenza stampa per denunciare la passata gestione dell’ASIA da parte di Lucio Lonardo ex mastelliano.
All’incontro con i giornalisti, però, il sindaco non ha partecipato e quindi l’accusa a Lonardo è stata garantita dall’attuale amministratore dell’azienda che si occupa di rifiuti, Donato Madaro il quale ha ricordato cifre e fatti in gran parte noti che hanno caratterizzato le passate gestioni, più volte denunciati da Altrabenevento e dal sindacato CUB e che meritano ancora specifici approfondimenti.
Madaro però, ha saltato qualche passaggio di non poco conto come, ad esempio, la scandalosa decisione dell’ASIA, durante l’amministrazione del prof. Quattrociocchi, di utilizzare per la trasferenza dei rifiuti il piazzale dello stabilimento della ex mensa scolastica a Ponte Valentino. I lavori sono stati effettuati l’anno scorso a spese dell’ASIA ma poi quel sito, mai autorizzato dal consorzio delle aree industriali, è stato abbandonato. Anche questi documenti sono stati inviati da Madaro alla Procura della Repubblica?
Altro aspetto delicato della gestione dell’ASIA, di ieri e di oggi, è la nomina dei consulenti.
Madaro ha ricordato quella del commercialista Roberto De Falco ma non ha chiarito come vengono individuati attualmente i professionisti chiamati a fornire consulenze all’azienda. Tra essi figura il dott. Angelo Lanni, commercialista, che per l’ASIA si occupa di “Prestazione di natura tecnica contabile societaria e fiscale”. Il dott. Lanni è attualmente imputato per riciclaggio in un processo al tribunale di Benevento ed è amministratore della società BLU 40, che risulta proprietaria dei locali utilizzati dalla attuale senatrice Alessandra Lonardo, durante la recente campagna elettorale. Naturalmente il processo dimostrerà che Angelo Lanni è assolutamente, sicuramente, completamente, totalmente e certamente estraneo al contestato reato di riciclaggio di denaro destinato all’assistenza sanitaria che alcuni noti avvocati, già condannati, hanno illecitamente incassato, ma allo stato attuale non sarebbe opportuno evitare la sua nomina di consulente in una azienda interamente finanziata con fondi pubblici alla quale si applicano le nome dell’ANAC per la trasparenza e l’anticorruzione?
E a proposito di ANAC, ricordiamo che la legge per la tutela dei dipendenti pubblici che denunciano i reati, si applica anche a quelli dell’ASIA di Benevento che adesso possono segnalare finalmente i fatti che conoscono senza lasciare soli quei coraggiosi lavoratori, ad esempio Renato Siciliano, al quale qualche anno fa, hanno bruciato l’auto”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.