Asia, Madaro replica ma fa lo smemorato su Alto Calore

Gentile Direttore,

leggo con non poco stupore la ricostruzione del mio percorso professionale che viene riportata sulla testata giornalistica on line da lei diretta con riferimento alla mia nomina ad Amministratore Unico di Asia Benevento S.p.A., direttamente percepibile sin dal titolo laddove si opera un espresso richiamo ad un asserito “lato oscuro” che connoterebbe la mia persona (cfr.: “Asia, il lato “oscuro” di Madaro che Mastella ha ignorato”, reperibile all’indirizzo internet https://sanniopage.com/asia-lato-oscuro-madaro-mastella-ignorato/).

Desidero, perciò, solo ricordarle che l’incarico di cui trattasi ha una natura esclusivamente tecnica ed è stato assegnato a seguito di un avviso pubblico, cui ho inteso partecipare, con conferimento motivato esclusivamente dal mio curriculum vitae dal quale si evincono le mie pregresse esperienze relative all’organizzazione e alla gestione di servizi pubblici locali, con particolare riferimento al ciclo integrato dei rifiuti e al servizio idrico. Altro non c’è. Anche la girandola di partiti politici, prospettata nel corpo dell’articolo, riferendosi alla mia persona, è totalmente pretestuosa e lontana dalla mia attività professionale. Ho rivestito, infatti, incarichi di natura tecnica il cui conferimento è avvenuto in considerazione delle mie esperienze dirigenziali.

Allo stesso modo, tutte le ricostruzioni relative a presunti scandali – che campeggiano tra l’altro con abbondante evidenza nel corpo dell’articolo in questione – non corrispondono al vero in quanto ho svolto gli incarichi ricevuti, anche in territori scomodi, avendo la cultura della legalità quale mia stella polare.

Non posso non stigmatizzare, peraltro, il tono velatamente diffamatorio e calunniatorio di alcune affermazioni contenute nell’articolo che viene in rilievo, con particolare riferimento ad un mio presunto coinvolgimento in un traffico di scorie d’alluminio.

In termini più generali, peraltro, corre l’obbligo di evidenziare come l’articolo in discorso si contraddistingua per un evidente serie di inesattezze come, a titolo esemplificativo, la questione del mio incarico di A.U. presso la GISEC S.p.A., società interamente partecipata dalla Provincia di Caserta e preposta alla gestione del ciclo integrato dei rifiuti sul relativo territorio, ruolo da me svolto a far data dal 20 febbraio 2012 e sino al 7 aprile 2015. A decorrere dal 8 aprile 2015, per contro, lo scrivente riveste la funzione di membro, senza deleghe gestionali, dell’Organo Amministrativo della GISEC ed in tale veste è stato audito dalla Commissione Parlamentare competente ratione materiae.

Parimenti distorta e capziosa è la “narrazione” delle vicende relative al mio incarico di Amministratore di MOSE S.p.A., società di cui, con ogni evidenza, si ignora la natura giuridica, in relazione al quale, così come ho sempre fatto, ho agito unicamente nel perseguimento dell’interesse pubblico ed in concreta applicazione dei principi costituzionali di efficacia, efficienza ed economicità che debbono connotare l’azione dispiegata dalle società pubbliche.

Orbene ciò posto, le rappresento che, allo stato, il mio obiettivo prioritario è prestare la mia attività nell’interesse di Asia Benevento S.p.A. e, dunque, di tutta la collettività di riferimento. Le polemiche non mi interessano e non intendo alimentarle; allo stesso modo non ritengo giusto doverne essere bersaglio in maniera palesemente strumentale, né tollererò per il futuro tale situazione.
Saranno i fatti a dimostrare la bontà di una scelta che ha inteso tenere, come proprio sostrato motivazionale, criteri esclusivamente legati alla qualità professionale che evidentemente emerge dal mio percorso.
Di seguito le riporto sinteticamente le mie esperienze professionali più significative maturate nel corso degli ultimi anni, peraltro reperibili dal Curriculum Vitae disponibile sul sito della società Asia Benevento S.p.A. :

Dal 9 febbraio 2017 al 27 aprile 2017
CONSIGLIERE DI AMMINISTRAZIONE della ACQUALATINA SpA, società a capitale a maggioranza pubblica, composto per il 51% da n. 35 Comuni della Provincia di Latina e per il 49% dal socio privato Idrolatina Srl, avente per oggetto la gestione del servizio idrico integrato nei Comuni ricadenti nell’Ambito Territoriale Ottimale n. 4 del Lazio denominato Lazio Meridionale Latina, con fatturato annuo pari ad €/mln 100,00 circa e n.330 dipendenti circa. (Latina).

Dal 20/02/2012 al 7/4/2015

AMMINISTRATORE UNICO della GISEC SpA, società a capitale interamente pubblico della Provincia di Caserta, costituita ai sensi e per gli effetti di quanto previsto dal combinato disposto della legge n. 26 del 2010 e della legge regionale n. 4 del 2007 e ss.mm.ii. per lo svolgimento delle attività connesse al ciclo integrato dei rifiuti.

Dal 27/05/2011 al 22/03/2013
PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE della MO.SE. SPA, società interamente partecipata dal Comune di Montemiletto (AV). La Società si occupa, secondo criteri di efficienza, efficacia ed economicità, della gestione dei seguenti servizi pubblici comunali, attraverso affidamenti in house da parte del Comune socio: gestione del servizio idrico integrato ( acqua e depurazione) a partire dal mese di agosto 2011, gestione rifiuti urbani attraverso il sistema della raccolta “porta a porta”, trasporti urbani, servizi di pulizia comunale, mensa scolastica, servizi cimiteriali, gestione parco attrezzato, manutenzione strade e pubblica illuminazione. La Società occupa, nel periodo considerato, 40 dipendenti circa con un fatturato annuo di €/mln 1,5 circa. (Montemiletto, AV).

Dal 11/11/2010 al 19/02/2012

DIRETTORE GENERALE della GISEC SpA, società a capitale interamente pubblico della Provincia di Caserta, che svolge l’attività di servizi nel ciclo integrato dei rifiuti,
Dal 26/01/2009 al 17/06/2010 DIRIGENTE DELLA REGIONE CAMPANIA, SETTORE AMBIENTE ( ciclo integrato rifiuti).

Dal 31/10/2008 al 27/05/2011
AMMINISTRATORE UNICO della MO.SE. S.p.A., società interamente partecipata dal Comune di Montemiletto (AV).
Dal 6/11/2007 al 8/9/2008
PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE ED AMMINISTRATORE DELEGATO DELL’ALTO CALORE SERVIZI SPA (Avellino), Società a capitale interamente pubblico (127 Comuni delle Province di Avellino e Benevento e Provincia di Avellino) operante nel settore del ciclo integrato delle acque

Dal 2 dicembre 2016 al 30 giugno 2017

UNIVERSITA’ ROMA TRE – Docenza a contratto in Business planning per l’anno accademico 2016/2017, conferito dal Dipartimento di Studi Aziendali con delibera del 14 aprile 2016.

Dal 2009 e TUTTORA IN CORSO

UNIVERSITA’ DEGLI STUDI GUGLIELMO MARCONI
Professore straordinario, ex art. 1 comma 12 della legge 230/2015, in Economia dei Sistemi Industriali per l’anno 2015/2016 presso il Dipartimento di Scienze Economiche e Aziendali, Facoltà di Economia, Corso di Laurea magistrale in Scienze dell’Economia.
Componente del Consiglio del Dipartimento di Scienze Economiche e Aziendali.

In qualità di revisore contabile, ho ricoperto e ricopro incarichi di Presidente del collegio sindacale/Revisore Unico in Enti pubblici, società pubbliche e private di rilievo nazionale ed internazionale, quali ad esempio l’ARPA Basilicata, l’Università Parthenope di Napoli, l’Ater di Belluno, l’Ente Parco Regionale del Bacino Idrografico del Fiume Sarno, Ente di diritto pubblico della Regione Campania, l’Agenzia Regionale per il Turismo in Campania ecc.
Ho svolto, inoltre, incarichi di due diligence per Amministrazioni pubbliche nel settore dei servizi pubblici locali, con particolare riferimento al ciclo integrato dei rifiuti ed al servizio idrico integrato (Piacenza Infrastrutture SpA, Amiu SpA, Sanb Spa, ASM VIGEVANO E LOMELLINA SPA, Comune di Brescia, Comune di Treviso, CCIAA Pistoia ecc…).
A mia cura sono state inoltre pubblicati i seguenti contributi tecnico scientifici nel settore di riferimento:

Anno 2014, aprile
Donato Madaro, “Servizi ambientali”: i “criteri ambientali minimi” per l’affidamento del “Servizio di gestione dei rifiuti” ex Dm 13 febbraio 2014, pubblicato sulla rivista mensile Enti locali news n. 14/2014 – edito Centro Studi Enti Locali, (Pisa)*.

Anno 2014, gennaio Donato Madaro, Le nuove disposizioni introdotte dalla legge di stabilità 2014 in materia di società partecipate: nuovi vincoli e implicazioni, pubblicato sulla rivista mensile Personale & incarichi n. 1/2014 – edito Centro Studi Enti Locali, (Pisa).

Anno 2014, gennaio Donato Madaro, La riforma nei “ servizi pubblici ambientali” campani: il riordino del “Servizio idrico integrato” e del “ Servizio di gestione dei rifiuti” alla luce dei nuovi Ddl regionali, pubblicato sulla rivista mensile Servizi Pubblici Locali n. 1/2014 – edito Centro Studi Enti Locali, (Pisa).

Anno 2013, 18 settembre Donato Madaro, “Le società partecipate: aspetti normativi e riflessi sulla contabilità”, pubblicato dall’Ordine dei dottori commercialisti ed esperti contabili di Avellino.

Anno 2013, agosto

Donato Madaro, Le forme di controllo sulle Società partecipate pubbliche dopo il DL n. 174/12: il ruolo dell’Organo di revisione dell’Ente Locale e della Corte dei Conti, pubblicato sulla rivista mensile Servizi Pubblici Locali n. 6 – edito Centro Studi Enti Locali, (Pisa).

Anno 2013, maggio

Donato Madaro, Modelli innovativi di gestione del ciclo integrato dei rifiuti e del sistema idrico integrato tra previsioni normative, efficienza ed etica ambientale, pubblicato sulla rivista mensile Servizi Pubblici Locali n. 5 – edito Centro Studi Enti Locali, (Pisa).

Anno 2012, maggio Donato Madaro, Innovazioni nella gestione del ciclo integrato dei rifiuti e del sistema idrico integrato: casi concreti, Editoriale Scientifica, (Napoli), maggio 2012.

Alla luce delle superiori argomentazioni le chiedo dunque di voler provvedere, ai sensi dell’art. 8 della legge 47 del 1948, con la massima tempestività, alla rettifica di quanto riportato nel richiamato articolo nella collocazione prevista dalla legge e con risalto analogo a quello riservato al brano giornalistico cui la rettifica si riferisce, comunicandole, altresì, che, in difetto, mi vedrò costretto, mio malgrado, ad intraprendere le iniziative necessarie, nelle competenti sedi giurisdizionali, volte a tutelare la mia reputazione personale e professionale.

Distinti saluti.

Dott. Prof. Donato Madaro

___________

Gentile Dott. Madaro, 

nell’articolo a cui Lei fa riferimento e da me firmato sono state riportate notizie apparse su varie testate giornalistiche. 

Il suo curriculum non è stato mai messo in discussione, si è solo fatta notare un’incongruenza possibile sulle date del suo incarico di presidente Gisec. 

Le questioni giudiziarie in cui è stato o è coinvolto sono state riportate da vari organi di stampa e, a quanto ci risulta,  non sono state mai smentite. 

(Di seguito  riportiamo alcuni articoli:

http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2004/09/23/cosi-la-fonderia-smaltiva-veleni.html

https://www.google.it/amp/s/temporosso.org/2012/11/07/donato-madaro-il-manager-dei-veleni-per-gestire-il-gassificatore-di-capua/amp/

 

http://www.avellinotoday.it/cronaca/alto-calore-rinvio-giusizio-appalti-frazionati.html   )

L’avviso pubblico promosso dal Comune di Benevento inteso all’acquisizione di candidature per la nomina dell’amministratore unico di Asia, società partecipata di servizio di igiene ambientale, prevede tra i resquisiti il “non aver riportato condanne penali e non avere la qualità di imputato in procedimenti penali o di  responsabilità amministrativa”. 

Sarebbe opportuno, dunque, che Lei spiegasse perché non risultano nella domanda da Lei presentata al Comune di Benevento alcune posizioni giudiziarie tutt’ora pendenti, come quella relativa agli appalti frazionati all’Alto Calore.

Respingiamo altresì le accuse di intenti diffamatori, a meno che le notizie riportate da testate giornalistiche anche di rilevante prestigio non siano fake news, nel qual caso dovrebbe agire nei loro riguardi. 

Cordialmente

Teresa Ferragamo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.