ATO Rifiuti, domani la presentazione delle liste. Dodici i seggi. Il Pd recupera Napoletano

Scade domani il termine di presentazione delle liste per l’Ato Rifiuti. Per quanto riguarda la gestione dei rifiuti urbani, tre sono gli Ambiti territoriali ottimali (ATO): tre  per la Città Metropolitana di Napoli e un ATO per ciascuna delle province di Avellino, Benevento, Caserta, Salerno. Ciascun ATO può essere articolato in aree omogenee denominate Sub Ambiti Distrettuali (SAD) per un numero di 10 mila abitanti.

Questa volta la partita, quindi, sarà tutta provinciale.

I consiglieri da eleggere sono scelti tra sindaci e loro delegati e i seggi, per la provincia di Benevento, saranno dodici.

I comuni sono suddivisi in tre fasce: la prima, la fascia A, comprende quelli che superano i 30 mila abitanti (quindi solo la città capoluogo) a cui spettano 2 seggi; la seconda fascia B comprende comuni tra i 5 mila e i 30 mila abitanti a cui spettano 3 seggi e la fascia C quelli con popolazione inferiore fino a 5 mila che eleggeranno 7 consiglieri. 

A votare potranno essere solo i sindaci, tranne casi eccezionali in cui ad esprimere il voto potrà essere il vicesindaco con poteri sostitutivi.

E il fermento che si registra, a poche ore dalla presentazione delle liste, negli schieramenti è da sfida all’ultimo numero, come già accaduto per l’Ato Acqua e per le Provinciali, tutte elezioni di secondo livello, con risvolti politici importanti, perché danno la misura  della tenuta dei partiti e degli schieramenti in campo.

Con Benevento in pugno e con il dissenso strisciante nel Pd, questa volta, a fare la parte del leone dovrebbe essere Clemente Mastella.

L’area che fa riferimento al sindaco di Benevento si aggiudicherà i due seggi in città (per i quali si fanno i nomi di Giovanni Quarantiello e del sindaco di Cusano Mutri Maturo). Una sola la lista per la fascia B, mentre potrebbero essere anche due le liste (ma sembra poco probabile) per la terza fascia, quella più corposa. In queste ore si sta lavorando per stringere sui nomi e sulle posizioni.

Nell’area di centrosinistra, confermata l’alleanza tra Pd e Ncd.

Nella seconda fascia, potrebbe rientrare la candidatura di Michele Napoletano, sindaco di Airola, che dopo le Provinciali annunciò la sospensione dal partito per il mancato sostegno alle elezioni. Sicura anche la candidatura di Rossano Insogna, sindaco di Melizzano, mentre nella fascia C entrerebbe anche Sant’Angelo a Cupolo.

Le liste dovranno essere presentate domani entro le 12. Mentre le elezioni si terranno lunedì 6 febbraio a Palazzo Paolo V.

 

 

Teresa Ferragamo

Teresa Ferragamo

Teresa Ferragamo, giornalista per vocazione, addetto stampa con il pallino della comunicazione prima di tutto. Dopo aver scritto per varie testate giornalistiche, ha fondato sanniopage.com, per dimostrare che un altro giornalismo è possibile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.