Azioni pre-mercato: la guerra in Ucraina porta alla folla di opzioni della Fed

“Gli effetti a breve termine della crisi sembrano essere inflazionistici, ma il colpo alla crescita è più duro e mette i banchieri centrali in una posizione molto difficile”, ha affermato Michael Schumacher, responsabile della strategia macro di Wells Fargo Securities.

Powell non ha specificato la dimensione dell’altezza. Schumacher crede che mercoledì “suggerirà fortemente” che la Federal Reserve aumenterà i tassi di interesse di 0,25 punti percentuali.

Altri pensano che cercherà di mantenere aperte tutte le opzioni vista la velocità con cui si sta evolvendo la situazione in Ucraina.

Il team di Citigroup ha detto ai clienti che “una volta che i mercati si saranno stabilizzati, l’impatto principale della Fed dalle tensioni geopolitiche sarà una rinnovata pressione inflazionistica attraverso l’aumento dei prezzi dell’energia e la nuova interruzione delle catene di approvvigionamento”. La banca ritiene che Powell lascerà “sul tavolo” l’opzione di un aumento maggiore.

La ripartizione: la testimonianza di Powell sarà un’importante opportunità per fornire agli investitori un po’ di chiarezza dopo le turbolenze della scorsa settimana.

L’attenzione non sarà solo sulle prospettive dei tassi di interesse, ma anche sul futuro del massiccio programma di acquisto di obbligazioni della Federal Reserve, un’altra leva che utilizza per sostenere l’economia. La Fed interromperà gli acquisti di decine di miliardi di dollari in titoli all’inizio di questo mese.

Tuttavia, la guerra in Ucraina ha messo la Banca centrale in una posizione difficile. Prezzi dell’energia e altro Merci come il grano, una delle principali esportazioni da Russia e Ucraina, è in aumento. Ciò potrebbe influire sulla crescita economica globale se spinge i consumatori a ritirarsi dalla spesa.

Ciò significa che la Fed deve prestare attenzione all’aumento dei tassi di interesse o all’adozione di misure per ridurre le partecipazioni nel suo bilancio, nel caso in cui dovesse causare una nuova recessione o turbolenze del mercato.

Allo stesso tempo, l’inflazione elevata è esattamente ciò che preoccupa maggiormente i responsabili politici, ed è ciò che pensano molti economisti Già accusato la Fed di essere dietro la curva. Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha dichiarato martedì durante il suo discorso sullo stato dell’Unione che combattere l’inflazione è combatterla “Massima priorità.”

Questo è il motivo per cui il percorso da percorrere è così vago. Robert Sears, chief investment officer di Capital Generation Partners, ha affermato che se ci sono indicazioni che i mercati non funzionino normalmente, la Federal Reserve potrebbe ricominciare ad aumentare il suo bilancio di circa $ 9 trilioni.

READ  'Live in the future': Zuckerberg svela la revisione dell'azienda durante la trasformazione in metaverse | Mark Zuckerberg

“Qualsiasi rischio di contagio nel sistema, è probabile che i bilanci si espandano”, mi ha detto Sears. “C’è la volontà di supportare il sistema”.

I prezzi del petrolio salgono sopra i 110 dollari al barile mentre cresce la paura

I prezzi globali del greggio sono balzati a oltre $ 110 al barile e il costo del gas naturale è salito a un nuovo record in Europa mercoledì, mentre l’escalation della campagna militare russa in Ucraina ha spaventato i mercati.

I future sul greggio Brent, il benchmark globale, sono aumentati di quasi il 6% a $ 110,90 al barile alle 5:30 ET. I futures sul petrolio USA sono stati scambiati con un leggero sconto a 109,30 dollari al barile. In Europa, il prezzo all’ingrosso del gas naturale è aumentato del 60% raggiungendo il record di 194 euro ($ 215) per megawattora.

Il petrolio sale sopra i 110 dollari, il gas naturale sale mentre i mercati si fanno prendere dal panico per la Russia

La ricchezza energetica della Russia non è stata presa di mira direttamente dalle sanzioni occidentali imposte sulla scia dell’invasione dell’Ucraina. Ma Mosca sta trovando più difficile vendere le spedizioni di greggio russo a commercianti e raffinatori preoccupati di cadere nelle ricadute delle sanzioni contro il sistema finanziario.

Gli operatori di navi cisterna sono preoccupati per i rischi per le navi nel Mar Nero e le principali compagnie petrolifere internazionali stanno abbandonando le operazioni nel Paese.

Secondo gli analisti della Commerzbank, mercoledì il petrolio degli Urali di qualità principale della Russia è stato scambiato con uno sconto di $ 18 al barile sul greggio Brent, poiché gli acquirenti hanno evitato le esportazioni russe.

“Le differenze nei prezzi del petrolio riflettono una chiara riluttanza a trattare con il greggio russo, e esistono ancora”. [a] Il rischio di ulteriori sanzioni che potrebbero influenzare indirettamente o direttamente gli acquisti o le forniture di petrolio, ha affermato Shane Kim di S&P Global Commodity Insights, responsabile dell’analisi della fornitura e della produzione di petrolio.

READ  Bitcoin, Ethereum e Dogecoin si riprendono grazie al "basso acquisto" e alla stanchezza del venditore - L'analista afferma di fare attenzione a questi due livelli principali Questo analista afferma - Bitcoin - Dollaro statunitense ($ BTC)

Il gas naturale dalla Russia all’Europa occidentale continua a fluire normalmente, secondo Alex Frulli, analista di mercato presso The Independent Commodity Intelligence Services. Ma c’è “molta incertezza e ansia su come le cose potrebbero cambiare”, mi ha detto.

cosa è successo dopo? I massicci aumenti dei prezzi arrivano nonostante gli sforzi dell’Occidente per calmare i mercati. Martedì, gli Stati Uniti e altri 30 membri dell’Agenzia internazionale per l’energia hanno consentito il rilascio di 60 milioni di barili di riserve petrolifere di emergenza, che copriranno quasi due settimane di spedizioni petrolifere russe.

L’Organizzazione dei paesi esportatori di petrolio (OPEC) incontrerà mercoledì i produttori alleati, inclusa la Russia, poiché il gruppo è sottoposto a forti pressioni da parte dell’Occidente per aumentare drasticamente la produzione. Ma martedì il governo saudita ha affermato di ritenere che l’OPEC+ dovrebbe attenersi al suo piano per aumentare gradualmente la produzione.

Le compagnie di navigazione non salperanno più per la Russia

Due delle più grandi compagnie di spedizione di container del mondo hanno interrotto le prenotazioni di merci da e verso la Russia, un altro sforzo per il paese poiché la sua economia è sottoposta a forti pressioni dalle sanzioni occidentali.

“Poiché la stabilità e la sicurezza delle nostre operazioni sono già direttamente e indirettamente influenzate dalle sanzioni, le nuove prenotazioni di Maersk da e verso la Russia saranno temporaneamente sospese, ad eccezione delle forniture alimentari, mediche e umanitarie”, ha affermato il gigante delle spedizioni Maersk in una nota . Martedì.

La società ha aggiunto: “Siamo profondamente preoccupati per la continua escalation della crisi in Ucraina”, osservando che sta iniziando a “vedere l’impatto sui flussi della catena di approvvigionamento globale come ritardi, sequestro di merci da parte delle autorità doganali attraverso vari hub di spedizione , ed effetti operativi imprevisti”.

READ  Il futuro si fa buio per l'industria petrolifera russa

MSC, una compagnia di navigazione di container di proprietà svizzera, ha dichiarato che interromperà tutte le prenotazioni per la spedizione da e verso la Russia da martedì.

Perché è importante: queste compagnie non erano obbligate a sospendere le crociere in base alle sanzioni che i paesi occidentali hanno imposto alla Russia. Ma è un altro segno che le aziende trovano nel loro interesse recidere i rapporti commerciali con lo Stato. Ci sono rischi per la loro reputazione istituzionale e preoccupazioni per la ricezione di pagamenti da banche russe sotto pressione.

Il passaggio dalle compagnie di navigazione aumenterà anche la pressione sull’economia russa, impedendo importanti importazioni di merci.

“Il paese è ora tagliato fuori da un’enorme fetta della capacità di spedizione mondiale”, ha affermato Susanna Streeter, analista di Hargreaves Lansdown, in una nota di ricerca.

prossimo

Abercrombie and fitch (ANF)E il Cenare marche (DI) E il albero del dollaro (DLTR) Segnala i risultati prima dell’apertura dei mercati statunitensi. Aquila americana (AEO)E dopo la chiusura seguono Snowflake e Victoria’s Secret.

Anche oggi: il presidente della Federal Reserve Jerome Powell testimonia davanti alla Commissione per i servizi finanziari della Camera alle 10:00 ET.

Domani arriva: guadagni da miglior acquisto (BBY)E il costco (costo) E il spacco (GPS).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.