Benevento, sfilata di star da Ligabue a Piovani Il sindaco Mastella: “Il lavoro? Non dipende da me”

“Puntiamo ad intercettare presenze da tutta Italia. Per qualità e potenzialità il festival esce dalla dimensione locale. Vogliamo accontentare una moltitudine di gusti”. La grande ambizione è manifestata con orgoglio dall’assessore alla cultura Oberdan Picucci, nel corso della presentazione della seconda edizione del BCT svoltasi all’Arco del Sacramento. La kermesse che mira ad intrecciare diversi mondi artistici si terrà a Benevento dal 4 al 9 luglio prossimi, nelle location più storiche della città.
Dall’Hortus Conclusus al Teatro Romano, da Piazza Roma ai Giardini De Simone, dall’Arco del Sacramento a Piazza Matteotti, si dipaneranno interviste con attori famosi, proiezioni di film, spettacoli di teatro e danza. Per un totale complessivo di oltre 50 eventi, più di 60 ospiti, oltre 150 opere in concorso. Si comincerà con Luciano Ligabue, intervistato in Piazza Roma, e si concluderà con Nicola Piovani, in concerto al Teatro Romano. Tra le novità il “Premio Conduttore Televisivo” , in ricordo di Fabrizio Frizzi, che sarà assegnato alla presentatrice emergente Andrea Delogu.
“Con un pizzico di presunzione -rileva Antonio Frascadore, direttore artistico- il festival sta diventando sempre più importante nel panorama nazionale. Stamattina lo abbiamo presentato a Roma davanti a 50 giornalisti. Ringrazio in particolare il Ministero, la Regione Campania, la Camera di Commercio, l’Istituto Luce e Cinecittà, l’Università del Sannio. I finanziamenti pubblici destinati a questi eventi non possono essere dirottati sulle strade e le panchine. Si spera che la manifestazione faccia girare l’economia”.
Nella fantasmagorica carrellata di personaggi popolari, un angolo prezioso lo conquista il teatro, con tre anteprime nazionali dedicate a Peppino De Filippo, Sophia Loren e Vittorio De Sica, la cui vita e carriera saranno raccontate, all’Arco del Sacramento, rispettivamente da Maurizio Casagrande, Serena Autieri e Marco D’Amore, accompagnati dall’Orchestra della tradizione napoletana del Conservatorio “Nicola Sala” di Benevento, diretta dal maestro Luigi Ottaiano. Un omaggio a tre grandi interpreti del neorealismo.
Per il cinema interverranno, tra gli altri, Ricky Tognazzi, Stefania Sandrelli, Riccardo Scamarcio, Alessandro Siani, Anna Foglietta, Ricky Memphis, Christian De Sica, Alessandro Borghi, Fabio De Luigi, mentre per la tv parteciperanno Simona Ventura e Barbara D’Urso. La serata di gala, prevista per l’8 luglio a Piazza Roma, sarà presentata da Serena Rossi. Tutti gli spettacoli sono gratuiti, tranne quello di Piovani che costerà 20 euro. I biglietti-invito vanno ritirati nella sede del festival, che si trova in Viale Mellusi 3,a Benevento. Sullo sfondo resta, comunque, la sensazione di un grande carrozzone senza un filo conduttore.
Tra lustrini e passerelle, qualcuno osserva che la città avrebbe bisogno di ben altro per crescere e migliorare. Come, ad esempio, di nuovi posti di lavoro, di servizi, di un ambiente pulito. “Molti mi scrivono su facebook- fa notare il sindaco Clemente Mastella- criticano questi eventi, lamentano sperpero di risorse. Devo impedire l’accesso ai cretini. Per il lavoro non tocca a me, ma a chi fa il ministro. La kermesse aiuta la crescita del Pil. Certo servono servizi di qualità. Come si addice ad una città d’arte. Comunque qui partecipa il popolo. Questa è la cosa che conta”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.