Blinken annuncia che gli Stati Uniti hanno fornito risposte scritte alla Russia sulla crisi in Ucraina

La risposta è stata consegnata di persona al Ministero degli Affari Esteri russo dall’ambasciatore degli Stati Uniti in Russia John Sullivan. Il documento scritto ha lo scopo di affrontare le preoccupazioni che Mosca ha rilasciato pubblicamente e di delineare le aree in cui gli Stati Uniti hanno affermato di vedere il potenziale di progresso con la Russia: controllo degli armamenti, trasparenza e stabilità, ha detto il principale diplomatico statunitense ai giornalisti del Dipartimento di Stato.

Blinken ha affermato che la risposta degli Stati Uniti alla Russia “definisce un serio percorso diplomatico in avanti, la Russia lo sceglie”, dicendo ai giornalisti mercoledì che si aspetta di avere una discussione di follow-up con il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov nei prossimi giorni, ora che il documento è stato ricevuto A mosca.

“Il documento che abbiamo consegnato include le preoccupazioni degli Stati Uniti e dei nostri alleati e partner sulle azioni della Russia che minano la sicurezza, una valutazione di principio e pragmatica delle preoccupazioni che la Russia ha sollevato e le nostre proposte per aree in cui potremmo essere in grado di trovare un terreno comune”, ha detto Blinken.

Non è ancora chiaro se l’ultima apertura diplomatica, che Mosca aveva cercato, cambierà il corso dei colloqui tra Russia e Occidente che sono proseguiti nelle ultime settimane senza alcun apparente movimento verso la de-escalation poiché la Russia ha ammassato decine di migliaia di truppe al confine ucraino e gli Stati Uniti hanno avvertito che un’invasione potrebbe essere imminente.

Gli Stati Uniti hanno ripetutamente affermato che la richiesta centrale del presidente russo Vladimir Putin – che gli Stati Uniti e la NATO si impegnino a non ammettere mai l’Ucraina nell’alleanza – è semplicemente un punto di partenza. Sebbene Blinken abbia rifiutato di dettagliare i dettagli presentati a Mosca, ha affermato che la risposta degli Stati Uniti ha ribadito la risposta pubblica dell’Occidente a sostenere la “politica della porta aperta” della NATO, rifiutando le richieste di Mosca secondo cui la NATO si impegna a non ammettere mai l’Ucraina.

READ  40 La migliore giubbotto in pelle uomo del 2022 - Non acquistare una giubbotto in pelle uomo finché non leggi QUESTO!

“Non c’è alcun cambiamento. Non ci sarà alcun cambiamento”, ha detto Blinken a proposito del sostegno degli Stati Uniti e della NATO alla politica della porta aperta dell’alleanza.

“Chiariamo che ci sono principi fondamentali che ci impegniamo a difendere e difendere, inclusa la sovranità e l’integrità territoriale dell’Ucraina e il diritto degli stati di scegliere i propri accordi di sicurezza e alleanze”, ha aggiunto.

Il portavoce del Dipartimento di Stato Ned Price ha dichiarato martedì che gli Stati Uniti si sono consultati da vicino con alleati e partner, inclusa l’Ucraina, per elaborare la risposta, dicendo in un briefing del Dipartimento di Stato: “Non ci saranno sorprese per i nostri partner ucraini”.

La palla ora è nel campo della Russia, ha detto Blinken mercoledì.

“Penso che ci siano cose importanti con cui lavorare se la Russia è seriamente intenzionata a lavorare. E questo dipende dal presidente Putin. Vedremo come risponderanno”, ha detto.

“Non è un documento negoziale formale”

Il presidente Joe Biden è stato “intimamente coinvolto” nella risposta scritta degli Stati Uniti a Mosca, ha detto Blinken.

“L’abbiamo rivisto ripetutamente con lui nelle ultime settimane, proprio mentre ricevevamo, come sapete, commenti, input, idee da alleati e partner”, ha detto Blinken in risposta a una domanda di Kylie Atwood della CNN.

Blinken ha affermato che il documento, che è stato consegnato mercoledì, “non è un documento negoziale formale”.

“Non sono proposte esplicite. Delinea le aree e alcune idee su come possiamo insieme, se sono serie, promuovere la sicurezza collettiva”, ha affermato.

L’Ucraina ha ricevuto una copia delle proposte degli Stati Uniti, secondo una fonte familiare.

Blinken ha detto che il documento era stato condiviso con il Congresso e che avrebbe brevemente i leader del Congresso più tardi mercoledì.

Ha detto che gli Stati Uniti non rilasceranno pubblicamente il loro documento, “perché pensiamo che la diplomazia abbia le migliori possibilità di successo se diamo spazio a colloqui riservati”.

READ  40 La migliore borsa per universita del 2022 - Non acquistare una borsa per universita finché non leggi QUESTO!

“Speriamo e ci aspettiamo che la Russia abbia lo stesso punto di vista e prenda sul serio la nostra proposta”, ha detto Blinken, aggiungendo, “non dovrebbero esserci dubbi sulla nostra serietà di intenti quando si tratta di diplomazia”.

Tuttavia, i funzionari statunitensi riconoscono che esiste un’alta possibilità che la Russia pubblichi il documento completo dopo averlo ricevuto.

Il ministero degli Esteri russo ha confermato di aver ricevuto la risposta. “Il viceministro degli affari esteri della Russia Alexander V. Grushko ha ricevuto l’ambasciatore degli Stati Uniti a Mosca John Sullivan su sua richiesta”, ha affermato il ministero in una nota.

La NATO ha anche inviato una risposta scritta alle richieste di sicurezza di Mosca mercoledì, ha affermato il segretario generale dell’Alleanza Jens Stoltenberg. La proposta della NATO è stata inviata “in parallelo con gli Stati Uniti”, ha affermato durante una conferenza stampa a Bruxelles, in Belgio.

Sebbene le posizioni di Mosca e dell’alleanza siano “distanti tra loro”, il capo della NATO ha delineato tre aree principali in cui la NATO vede “spazio per il progresso”. Ha chiesto che Mosca e la NATO riaprano i loro “rispettivi uffici a Mosca ea Bruxelles”.

“Dovremmo anche fare pieno uso dei nostri canali di comunicazione militari-militari esistenti, per promuovere la trasparenza e ridurre i rischi”, ha affermato. “E guarda anche alla creazione di una hotline civile per l’uso di emergenza”.

Spera ancora di alimentare la diplomazia

I funzionari statunitensi ritengono che le idee che hanno formalizzato in forma scritta potrebbero portare a negoziati con la Russia, ma hanno affermato che ciò accadrebbe solo se Putin decidesse di volersi impegnare. Lo scopo di fornire la risposta per iscritto – una richiesta che la Russia ha avanzato da quando ha presentato idee scritte a dicembre – è alimentare la diplomazia che gli Stati Uniti sperano determinerà un’invasione russa dell’Ucraina, hanno affermato funzionari del Dipartimento di Stato.

READ  40 La migliore specchiera bagno del 2022 - Non acquistare una specchiera bagno finché non leggi QUESTO!

“Quando i russi sono tornati e hanno detto che era necessario metterlo per iscritto, la comprensione da parte nostra a cui pensavamo era OK, se questo consente al decisore finale in Russia di esaminare le idee e decidere se andare avanti, è nel nostro interesse, nel nostro interesse condiviso tra gli Stati Uniti, i suoi alleati e partner europei, procedere e verificare davvero se stanno andando avanti sulla via diplomatica”, ha detto ai giornalisti un alto funzionario del Dipartimento di Stato dopo l’incontro di Blinken con Lavrov la scorsa settimana a Ginevra, Svizzera. “Lo stiamo facendo passo dopo passo, ma non vogliamo essere noi a precludere la possibile soluzione diplomatica”.

Gli Stati Uniti si sono consultati con gli alleati, inclusa l’Ucraina, nelle ultime settimane mentre sviluppavano la loro proposta. Questo è uno dei motivi per cui gli Stati Uniti non hanno fornito la risposta scritta fino ad ora, hanno affermato i funzionari dell’amministrazione.

Ma alcuni alleati ed esperti sono scettici su quanta enfasi dovrebbe essere attribuita a questo documento degli Stati Uniti, poiché non si prevede che dia spazio a negoziati sulle principali richieste della Russia, e si teme che Mosca utilizzi la risposta degli Stati Uniti come pretesto dire che la diplomazia ha fallito.

L’alto funzionario del Dipartimento di Stato ha riconosciuto che un tale “pessimismo può essere giusto, ma se vedi il bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto, e se pensi che ci sia qualche opportunità di arrivare a questo fine attraverso una sorta di negazione diplomatica, andiamo per provarlo e vedere se c’è spazio per quello”.

Blinken ha detto a Ginevra che i funzionari statunitensi e russi si sarebbero incontrati di nuovo dopo che la proposta scritta fosse stata trasmessa alla Russia.

Questa storia è stata aggiornata con il background e ulteriori sviluppi mercoledì.

Casey Riddle della CNN, Ellie Kaufman, Darya Tarasova, Lauren Kent e Lindsay Isaac hanno contribuito a questo rapporto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.