Camorra, 69 arresti in Campania. Sommese (Ncd) arrestato per un appalto a Cerreto Sannita

Sono 69 le ordinanze di custodia cautelare eseguite dal Nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza di Napoli, sotto il coordinamento della Direzione distrettuale antimafia partenopea, a carico di imprenditori e politici accusati di corruzione, turbativa d’asta e concorso esterno in associazione mafiosa con riferimento al clan camorristico dei Casalesi, fazione Zagaria.

C’è anche il nome del consigliere regionale campano di Ncd ed ex assessore regionale ai Beni culturali e Turismo della Giunta Caldoro, Pasquale Sommese, tra i destinatari delle ordinanze emesse, oltre che nei confronti di imprenditori e politici locali, anche per funzionari pubblici, professori universitari, commercialisti, ingegneri e faccendieri.
L’operazione è coordinata da un pool di cinque pm della Direzione distrettuale antimafia di Napoli. Gli indagati sono accusati, a vario titolo, di corruzione e altre gravi irregolarità nelle gare di appalto pubblico realizzate in varie province campane, in alcuni casi anche al fine di agevolare organizzazioni criminali di stampo camorristico. L’operazione della Guardia di Finanza è stata denominata ‘The Queen’.

Tra i destinatari dei provvedimenti, anche politici ed imprenditori, tra cui il consigliere regionale, Pasquale Sommese (Ncd), Angelo Giancarmine Consoli (sempre di Ncd), il sindaco di Aversa (Caserta) Enrico De Cristofaro, mentre ai domiciliari sono finiti l’ex sindaco di Pompei Claudio D’Alessio (Pd), l’ex primo cittadino di San Giorgio a Cremano Domenico Giorgiano, Raffaele De Rosa (Pd), fratello del sindaco di Casapesenna, e l’ex primo cittadino di Casapulla (Caserta), Ferdinando Bosco.

Secondo quanto riporta Il Fatto Quotidiano  (http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/03/15/camorra-e-appalti-truccati-69-misure-di-custodia-arrestati-anche-politici-e-imprenditori/3452232/) “il nome di Sommese era stato iscritto nel registro degli indagati nel luglio del 2015 insieme ad altre 17 persone, tra cui alcuni sindaci del casertano. L’inchiesta è la stessa che oggi ha portato all’arresto di Sommese, accusato di corruzione in riferimento all’appalto per il restauro della torre civica medievale del comune di Cerreto Sannita”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Enable Notifications    OK No thanks