Caos alla Polizia municipale. E Corona potrebbe essere trasferito in settimana

Sempre più difficile la gestione della Polizia Municipale. Tante le buone intenzioni dichiarate ma non si “vede la luce” e non solo perché non funziona il sistema di video camere.

È ancora in corso l’indagine della Procura della Repubblica affidata alla Digos sulle multe annullate e sugli incarichi interni e prosegue anche l’ indagine parallela affidata dal dirigente al comandante Fioravante Bosco, che ha chiesto ancora un mese per relazionare.

Intanto fioccano le richieste di provvedimenti disciplinari che proprio Bosco continua a chiedere per gli ‘oppositori’ interni ed in particolare per il capitano Emilio Belmonte e Gabriele Corona, presidente di Altrabenevento.

Le tensioni con Belmonte sono destinate ad aumentare per l’attribuzione della Posizione Organizzativa, un incarico di coordinamento dell’Unità Operativa di Polizia Municipale (48 vigili più 8 amministrativi), che assume di fatto anche il ruolo di vice dirigente, da aggiungere al Comandante Bosco, al vice comandante Francesco Casale.

Per affidare l’incarico, il dirigente del settore Affari Generali-Polizia Municipale, Gennaro Santamaria, aveva predisposto un apposito bando ma era risultato chiaro che l’impresa non sarebbe stata semplice (leggi qui)

Hanno partecipato i due ufficiali in possesso di laurea in Giurisprudenza, Bosco e Belmonte, ma dopo un confronto epistolare tra Santamaria e il settore Personale, i due partecipanti non sono stati invitati al colloquio perché non posseggono i requisiti per l’incarico: Bosco non ha  coordinato Unità Operative negli ultimi tre anni (essendo stato prima in distacco sindacale e poi in servizio part time) e Belmonte perché ha ricevuto un provvedimento disciplinare, impugnato davanti al giudice del lavoro.

Quest’ultimo ha fatto ricorso contro l’esclusione, accolto dalla Segretaria Generale e pertanto sarà convocato per il colloquio da Santamaria. È facile immaginare che l’incarico di Posizione Organizzativa non sarà affidato a Belmonte , perché il capitano si troverebbe a coordinare anche il comandante Bosco che in quanto tale dirige i vigili e anche Belmonte.

In questa settimana, si deciderà anche la nuova collocazione di Gabriele Corona dopo la sentenza del giudice del lavoro che ha annullato il trasferimento disposto a novembre 2016.

In applicazione della sentenza Corona dovrebbe essere assegnato al Settore Urbanistica, ma di certo non saltano di gioia il dirigente Antonio Iadicicco e l’assessore Antonio Reale, con i quali è in corso un aspro confronto proprio con Altrabenevento sul progetto che prevede la costruzione di un palazzo sull’area dell’attuale Terminal Bus con il fondi ministeriali per la riqualificazione delle periferie.
Ma è ancora più difficile immaginare che Corona rimanga alla Polizia Municipale perché la sua presenza tra i vigili risulta sempre più destabilizzante.

Dovrà decidere la segretaria generale che potrebbe assegnarlo al settore Cultura e Turismo, carente di personale, presso il quale Corona ha lavorato per 18 anni, oppure incaricarlo di controllare i mercati degli ambulanti.

Si tratta di un compito che rientra tra le competenze del settore Urbanistica e Commercio e quindi, l’amministrazione con l’affidamento di questo incarico a Corona, formalmente darebbe esecuzione alla sentenza del giudice del lavoro senza però collocarlo negli uffici che proprio in questo periodo si occupano del programma Periferie e del prigetto PICS.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Enable Notifications    OK No thanks