Caso Corona, la Cub all’attacco: “Provvedimenti illegittimi. Sostegno morale e legale a al presidente di Altrabenevento”

E’ una presa di posizione dura, quella della Cub sul caso Corona: “La disamministrazione Mastella – dichiarano Marcelo Amedola e Alberto Zollo, rispettivamente segretario nazionale e segretario provinciale e componente la RSU – che vive grazie ad una maggioranza incapace, dirigenti servili, opposizione inesistente e sindacalisti compiacenti, non sopporta voci critiche e perciò tenta inutilmente di chiudere la bocca a Gabriele Corona. La CUB lo sostiene moralmente, materialmente e legalmente.

Gabriele Corona – spiegano – dipendente del Comune, è stato multato e sospeso dal servizio perché ad agosto scorso ha inviato alla stampa due comunicati firmati a nome dell’associazione Altrabenevento, con i quali segnalava anomalie amministrative e criticava l’operato dell’amministrazione Mastella per la mancata assistenza ai disabili.

In particolare con un articolo del 3 agosto, dopo aver ricordato che per contrastare il malaffare occorre innanzitutto il massimo della trasparenza sugli atti amministrativi, Gabriele evidenziava che la determina per l’appalto del servizio cimiteriale era “confusa e piena di errori”. Aveva ragione perché, come precisato nella nota di risposta alla “contestazione di addebito”, quella Determina firmata dal dirigente Alessandro Verdicchio e pubblicata sul sito dell’Ente, mancava di intere parti, soprattutto quelle relative alle ragioni dell’affidamento a ditte private e l’impegno della spesa. Nonostante le risposte documentate, l’Ufficio per i Provvedimenti Disciplinari composto dai dirigenti Vincenzo Catalano, Maurizio Perlingieri e Raffaele Ambrosio (astenuto Verdicchio), ha irrogato la multa pari a quattro ore.  

Con il secondo articolo incriminato, quello del 14 agosto, il presidente di Altrabenevento esprimeva solidarietà ai disabili rimasti senza assistenza per la chiusura del centro “E’ più bello insieme” a causa di una contorta decisione del dirigente Verdicchio a nome dell’amministrazione comunale. A Gabriele sono stati contestati il “tono polemico”, la “mancanza di fedeltà verso i vertici amministrativi dell’Ente” e  la “lesione di immagine dell’amministrazione”. Con le note a difesa egli ha precisato che aveva solo esercitato il diritto di pensiero, garantito dalla Costituzione, intervenendo a nome di una associazione civica in una polemica già particolarmente accesa ripresa anche dai giornali nazionali (cortei e assemblee di protesta dei disabili con le famiglie, accuse a mezzo stampa del sindaco, degli assessori Picucci e Orlando, del coordinatore della Caritas, ecc). Lo stesso dirigente Verdicchio aveva rivolto a mezzo stampa, pesanti accuse alla cooperativa che cura l’assistenza ai disabili la quale ha risposto addirittura con una querela per diffamazione. Anche in questo caso l’Ufficio per i Provvedimenti Disciplinari ha confermato le accuse senza neppure commentare o eccepire le difese, disponendo la sospensione dal soldo e dal servizio di Gabriele Corona per 10 giorni.

Si tratta di provvedimenti illegittimi nella forma e nella sostanza da parte di un’amministrazione che grazie alla mancanza di opposizione, ai dirigenti servili e ai sindacalisti compiacenti, pensa di dedicarsi solo agli scontri velenosi e quotidiani nella maggioranza. Per questo non sopporta le critiche di Altrabenevento e della CUB.

Gabriele Corona presenterà ricorso al giudice del Lavoro ed esposti-denunce alla Procura della Repubblica con il sostegno morale, materiale e legale della sua associazione e di questo sindacato che gli conferma anche l’incarico di coordinatore aziendale”.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.