Caso migranti, De Minico: “Fuori luogo tirarmi in ballo. Io non c’ entro nulla”

Luigi De Minico, presidente del Consiglio comunale, chiarisce la sua posizione nel caso migranti.

In realtà De Minico era stato tirato in ballo perché l’ex conigliera che ospitava alcuni migranti risulta essere di proprietà del fratello. Intervistato dal Fatto Quotidiano, aveva negato di esserne a conoscenza.

Oggi la sua precisazione: “In riferimento alla notizia diffusa da “il Fatto Quotidiano” – nel servizio giornalistico titolato: “Migranti, a Benevento li hanno messi nell’ex conigliera inagibile (del fratello del presidente del consiglio comunale)” -, riproposta ed approfondita, giornalmente, dagli organi di informazione locale, intendo evidenziare la mia totale estraneità rispetto ai fatti oggetto di cronaca: ogni richiamo alla mia persona, in funzione allusiva spregevole, è fuori luogo e privo di rilevanza rispetto al contenuto della notizia stessa”.
“Pertanto -aggiunge De Minico – invito i professionisti della stampa a considerare tale precisazione, resasi necessaria per tutelare la mia persona e, prima ancora, il ruolo istituzionale conferitomi in seno alla amministrazione comunale della città di Benevento.
Auspico non si vada oltre la cronaca connotata da veridicità, continenza e pertinenza, qualora ciò non fosse già avvenuto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.