Cgil, premiato l’impegno di docenti e dirigenti  scolastici. Consegnato l’attestato “Una vita per la scuola”

La carriera scolastica è costellata di ricordi ed emozioni. Quando s’interrompe un’attività coltivata con tanta passione ed impegno, si intraprendono nuovi percorsi, ma difficilmente si riesce a staccarsi del tutto da un mondo nel quale si è stati immersi per quarant’anni, un mondo ricco di relazioni umane e sociali. Per dare un riconoscimento a questo lungo ed intenso percorso, conclusosi con la pensione, la Flc-Cgil di Benevento e l’Associazione professionale “Proteo Fare Sapere” ha conferito l’attestato di benemerenza, ”Una vita per la scuola”, ad un gruppo di insegnanti e dirigenti scolastici iscritti al sindacato.

I premiati sono: Amerigo Ciervo, Maddalena De Vita, Antonio Esposito, Michelangelo Iannotta, Paolo Iorio, Adriano Luciano, Giuseppe Orlando, Grazia Elmerinda Pedicini, Giovanni Polito, Giuseppe Vassallo, Ornella Verusio ed Alfonso Viola.

Con l’attestato è stata consegnata ad ognuno una borraccia di alluminio in sintonia con la scelta della Cgil, che ha aderito alla campagna “Plastic Free”. L’incontro, che si è concluso con un brindisi, è stato aperto da Mario Morelli di Proteo ed è stato caratterizzato dagli interventi di Giuseppe Iodice, segretario dello Spi, Evelina Viele, responsabile della Flc, Luciano Valle, segretario provinciale della Cgil.

L’attestato “Una vita per la scuola” viene conferito “per aver operato con professionalità, impegno e passione nella Scuola pubblica e nel sindacato, offrendo un qualificato contributo all’attuazione del diritto allo studio, al miglioramento dell’Istituzione scolastica e dell’offerta formativa, all’innovazione didattica e motodologica, con l’obiettivo di educare gli studenti ad essere cittadini responsabili, coscienti dei diritti e dei doveri, rispettosi della Costituzione repubblicana, contrari ad ogni forma di violenza”.

Tutti gli insegnanti, da poco “collocati a riposo” o pensionati da alcuni anni, hanno raccontato i momenti salienti del loro impegno scolastico, i periodi di forti contestazioni e le conquiste ottenute, sottolineando come la scuola, pur tra incertezze ed improvvisate riforme, rimanga un baluardo di cultura, democrazia e civiltà. Il dibattito è stato animato da Norma Fortuna Pedicini e Raffaele Simone, che ha voluto richiamare  il seguente messaggio di don Lorenzo Milani: “Se voi dividete il mondo in italiani e stranieri, allora io vi dirò che, nel vostro senso, io non ho Patria e reclamo il diritto di dividere il mondo in diseredati e oppressi da un lato, privilegiati ed oppressori dall’altro. Gli uni sono la mia Patria, gli altri i miei stranieri”.

One thought on “Cgil, premiato l’impegno di docenti e dirigenti  scolastici. Consegnato l’attestato “Una vita per la scuola”

  • Avatar
    21/12/2019 in 10:03
    Permalink

    È stata una cerimonia coinvolgente ed il riconoscimento della vita per la scuola inaspettato.
    Bello lo scambio di esperienze professionali private e il ricordo di battaglie sociali per il miglioramento della scuola ha accomunato tutti i presenti premiati, come pure il ricordo di un’appartenenza alla Cgil almeno trentennale.
    Abbiamo poi blindato tra amici cari e di vecchia data.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Enable Notifications    Ok No thanks