Come gli Stati Uniti stanno cercando di aiutare l’Ucraina senza innescare una guerra più ampia con la Russia

I negoziati sono falliti non appena si sono incontrati.

Martedì l’annuncio della Polonia di essere pronta a rifornire l’Ucraina di caccia MiG attraverso una base aerea statunitense in Germania ha fatto arrabbiare gli Stati Uniti. Mercoledì mattina, funzionari statunitensi e polacchi stavano ancora discutendo la possibilità di fornire aerei da combattimento all’Ucraina, ha detto alla Galileus Web un funzionario dell’amministrazione.

Ma mercoledì pomeriggio, il Pentagono ha chiarito che si oppone all’idea, che il segretario alla Difesa Lloyd Austin ha riferito in una telefonata al suo omologo polacco.

Il ministro Austin ha ringraziato il ministro per la volontà della Polonia di continuare a cercare modi per assistere l’Ucraina, ma ha sottolineato che in questo momento non supportiamo il trasferimento di ulteriori aerei da combattimento all’aeronautica ucraina e quindi non desideriamo vederli. Lo ha detto il segretario stampa del Pentagono John Kirby in una conferenza stampa.

Questo episodio mette in evidenza come gli Stati Uniti e i loro alleati possano spingersi al limite di ciò che possono fare per aiutare l’Ucraina – rimanendo fuori dai conflitti – e indica potenziali crepe in un’alleanza che ha rimase saldamente unito Nella prima parte della guerra i membri inflissero severe sanzioni e fornirono assistenza alla sicurezza.

Dimostra anche che l’amministrazione Biden sta ancora lavorando per arrivare alla stessa pagina.

Il rifiuto del Pentagono del piano degli aerei è arrivato dopo che il Segretario di Stato Anthony Blinken ha approvato l’idea all’inizio della settimana e un importante legislatore del GOP ha affermato che c’erano divisioni all’interno dell’amministrazione su cosa fare sulla questione. I funzionari dicono alla CNN che tutta la discussione pubblica sul piano lo rende meno probabile, poiché aumenta solo la capacità di Mosca di caratterizzare qualsiasi mossa come escalation e mette ulteriormente a dura prova paesi come la nervosa Polonia dall’essere nel mirino del presidente russo Vladimir Putin. .

I funzionari statunitensi erano molto frustrati dal fatto che la Polonia avesse annunciato l’offerta, dicendo che sembrava essere un dramma per il pubblico locale cercare di dimostrare che stavano facendo tutto il possibile per aiutare l’Ucraina, ben consapevoli che la logistica non era ancora stata messa in atto.

Giovedì a Varsavia, il vicepresidente Kamala Harris ha cercato di sottolineare la forza dell’alleanza polacco-americana nonostante il battibecco di questa settimana.

“Voglio essere molto chiaro. Gli Stati Uniti e la Polonia sono uniti in quello che abbiamo fatto e sono pronti ad aiutare l’Ucraina e il popolo ucraino”, ha detto Harris insieme al presidente polacco Andrzej Duda durante una conferenza stampa congiunta.

Harris ha evitato di affrontare la questione direttamente durante la conferenza stampa e ha invece sottolineato il supporto militare che gli Stati Uniti stanno già fornendo all’Ucraina a causa della mancanza di potenza aerea, compresi i missili anticarro, dicendo: “Stiamo effettuando consegne ogni giorno in termini di quello che possiamo fare.” “

Alla domanda su cosa potrebbe aspettarsi di più l’Ucraina, Harris ha detto: “Questo è un processo in corso e non si fermerà al punto in cui ce n’è bisogno”.

READ  L'Italia sequestra la barca a vela del miliardario russo Melnichenko

Paure di escalation

I commenti di Kirby hanno chiarito che c’era la preoccupazione che un’azione più diretta potesse intensificare ulteriormente le tensioni con la Russia e rischiare di trascinare la NATO direttamente in guerra.

Un funzionario dell’amministrazione ha affermato che gli Stati Uniti erano preoccupati che la Russia interpretasse gli aerei che volano in Ucraina da una base NATO come un attacco.

“La comunità dell’intelligence ha valutato che il trasferimento dei MiG-29 in Ucraina potrebbe essere scambiato per escalation e potrebbe portare a una significativa risposta russa che potrebbe aumentare il potenziale di un’escalation militare con la NATO”, ha affermato Kirby. “Pertanto, apprezziamo anche che il trasferimento dei MiG-29 in Ucraina sia rischioso”.

L'attentato russo a un ospedale per la maternità e l'infanzia è un atto brutale, afferma Zelensky

Gli Stati Uniti e i loro alleati hanno adottato una serie di misure per aiutare l’Ucraina, inclusa la fornitura di armi e l’adozione di sanzioni come l’embargo statunitense sull’importazione di petrolio russo annunciato questa settimana dal presidente Joe Biden, un’altra mossa che Zelensky ha pubblicamente spinto. Un alto funzionario della difesa ha detto ai giornalisti che la maggior parte dei 350 milioni di dollari in assistenza alla sicurezza approvati per l’Ucraina il mese scorso erano stati inviati.

Gli Stati Uniti e altri membri della NATO hanno finora fornito all’Ucraina 17.000 missili anticarro e 2.000 missili antiaerei Stinger, secondo un alto funzionario statunitense.

Tuttavia, hanno smesso di eseguire a No-fly zone E di fornire all’Ucraina caccia MiG-29 nonostante le numerose richieste di Zelensky a causa dei timori di trascinare la coalizione nel conflitto.

Un certo numero di legislatori a Washington ha anche chiesto una no-fly zone, con repubblicani e democratici allo stesso modo che spingono pubblicamente l’amministrazione Biden a fare di più.

“Apri i cieli, dai loro gli aerei. Questi problemi prevalgono su qualsiasi altra cosa di cui siamo preoccupati”, ha detto a Kate Baldwan mercoledì il rappresentante Mike Quigley, D-Illinois, DC e co-presidente del Campidoglio ucraino.

“Non posso sopportare di discutere e tracciare linee quando Putin ha effettivamente detto che le sanzioni sono una guerra. Stiamo fornendo un aiuto mortale”, ha aggiunto. “Crediamo onestamente che Putin distinguerà tra Javelins e Stinger che uccidono i russi in modo così efficace dagli aerei che proteggono i cieli sopra?”

Difesa aerea invece

Il ministro degli Esteri britannico Liz Truss ha dichiarato mercoledì che il Regno Unito avrebbe fornito all’Ucraina sistemi di difesa aerea, affermando anche che non stava cercando una no-fly zone.

“Il modo migliore per aiutare a proteggere i cieli è attraverso le armi antiaeree, che ora il Regno Unito fornirà all’Ucraina”, ha detto Truss in una conferenza stampa del Dipartimento di Stato con Blinken.

Kirby ha affermato che il Pentagono ritiene che il modo migliore per sostenere l’Ucraina sia fornirle sistemi anti-corazza e di difesa aerea, come missili terra-aria e sistemi di difesa aerea a terra. Kirby ha affermato che l’aggiunta di aerei alla flotta ucraina “non cambierà in modo significativo l’efficacia dell’aviazione ucraina rispetto alle capacità russe”.

READ  La nuova immagine satellitare mostra ingenti danni al Teatro Mariupol dopo l'attentato

“Pertanto riteniamo che i guadagni derivanti dal trasporto di quei MiG-29 siano bassi”, ha detto un portavoce del Pentagono.

La first lady ucraina appare come una forte sostenitrice della sua nazione sui social media

Mercoledì scorso, Blinken – che domenica ha affermato che gli Stati Uniti stavano lavorando con funzionari polacchi per spostare aerei in Ucraina e “a cuccetta” aerei americani – ha affermato che gli Stati Uniti stavano continuando a consultarsi con la Polonia e altri alleati della NATO su come fornire caccia jet per l’Ucraina.

“Penso che quello che stiamo vedendo sia che la proposta della Polonia mostra che ci sono alcune complicazioni che il problema pone quando si tratta di fornire sistemi di sicurezza. Dobbiamo assicurarci di farlo nel modo giusto”, ha detto Blinken.

Ci sono anche alcuni altri paesi che hanno gli aerei, tra cui Slovacchia, Romania e Bulgaria, e le autorità non escludono colloqui con quei paesi mentre cercano di trovare una via da seguire. Uno dei funzionari ha affermato che la richiesta iniziale dell’Ucraina riguardava la Polonia, oltre a questi tre paesi, ma la Polonia era l’unico paese che inizialmente era disposto a prendere in considerazione un possibile trasferimento dell’aereo.

I funzionari descrivono la questione come duplice: un problema logistico per portare gli aerei in Ucraina e un problema politico per evitare l’escalation con la Russia. Funzionari statunitensi hanno descritto il piano polacco come un fallimento nell’affrontare adeguatamente entrambi.

Frustrazione tra funzionari polacchi e americani

Fonti hanno detto alla CNN che i funzionari polacchi, da parte loro, hanno affermato di sentirsi ingiustamente incolpati per il ritardo nell’invio di aerei da combattimento in Ucraina.

Dopo che la Russia ha invaso l’Ucraina il 24 febbraio, i funzionari polacchi hanno detto alle loro controparti americane che sarebbero stati disposti a fornire all’Ucraina jet MiG-29. Ma data la possibilità di un’escalation dell’aggressione dalla Russia, i polacchi hanno detto agli Stati Uniti che avrebbero avuto bisogno di un aereo sostitutivo. Gli Stati Uniti hanno affermato che nessuno di loro sarebbe stato disponibile fino al 2024, dato che un certo numero di paesi, tra cui Taiwan, erano in testa alla Polonia nella classifica degli aerei da combattimento di fabbricazione americana. Quindi la Polonia ha ritenuto di dover rimandare l’idea.

Ma la pressione pubblica sull’amministrazione Biden per inviare gli aerei è aumentata drammaticamente dopo che Zelensky ha fatto appello ai legislatori statunitensi per facilitare la transizione durante una chiamata Zoom sabato mattina.

Prima della chiamata, i funzionari statunitensi hanno minimizzato le prospettive di assistenza nel trasporto dei MiG, che i piloti ucraini erano stati addestrati a pilotare. I funzionari hanno affermato di essersi concentrati principalmente su altre aree dell’assistenza alla sicurezza, compreso l’invio di missili anticarro e antiaerei. Ad alcuni funzionari, le sfide logistiche del trasporto di aerei in Ucraina sembravano impraticabili e hanno messo in dubbio l’efficacia degli aerei.

Ma la richiesta di Zelensky sulla chiamata, che i legislatori hanno descritto come appassionata, sembrava cambiare l’equazione. Immediatamente dopo la fine della sessione, sia i repubblicani che i democratici, incluso il leader della maggioranza al Senato Chuck Schumer, si sono espressi a sostegno.

READ  Rapporto: le autorità italiane sequestrano yacht russi

Tuttavia, un collaboratore del Senato ha sostenuto che l’amministrazione Biden era molto più avanti del Congresso nel considerare l’idea di spostare gli aerei. L’assistente ha affermato che, sebbene la presentazione di Zelensky fosse avvincente e vi fosse un diffuso interesse nell’esplorazione di ciò che era possibile, non vi era alcuna spinta coordinata per convincere l’amministrazione Biden a sostenere il trasferimento.

Ma i funzionari statunitensi hanno affermato che il sostegno popolare non ha lasciato all’amministrazione altra scelta che attenersi pubblicamente all’idea, anche se alcuni funzionari erano scettici. Quindi gli Stati Uniti hanno iniziato a inviare messaggi pubblici che la decisione spettava alla sola Polonia. Blinken ha detto domenica alla CBS che gli Stati Uniti avevano dato alla Polonia il “via libera” per inviare gli aerei, nonostante l’assicurazione della Polonia agli Stati Uniti che non sarebbero stati in grado di farlo senza alternative adeguate.

I commenti hanno frustrato profondamente i funzionari polacchi e, dopo giorni in cui è stato ingiustamente accusato del ritardo, martedì sera il ministero degli Esteri polacco ha fatto un annuncio sorprendente che era pronto a spostare gli aerei negli Stati Uniti, tramite la base aerea di Ramstein. In Germania, per gli Stati Uniti per poi inviare direttamente in Ucraina. Gli Stati Uniti presto rifiutarono l’idea.

Divisioni all’interno dell’amministrazione

Sembra esserci una divisione interna nell’amministrazione Biden tra funzionari del Pentagono e del Dipartimento di Stato su come affrontare la proposta della Polonia, ha detto alla Galileus Web Mike McCaul, repubblicano del Texas, dopo un briefing riservato sull’Ucraina.

“Il Segretario alla Difesa ha delle riserve al riguardo e sull’attivazione dell’articolo 5”, ha detto McCaul. Alla domanda se Blinken e il segretario alla Difesa Lloyd Austin fossero divisi, McCaul ha detto “sì”.

“Ho incoraggiato il Segretario a farlo quando eravamo in Polonia e ha accettato”, ha detto McCall.

Il segretario stampa della Casa Bianca Jen Psaki ha dichiarato mercoledì che c’è un “grave collo di bottiglia logistico”, osservando che sono in corso discussioni tra i funzionari della difesa e le loro controparti ucraine.

Un funzionario dell’amministrazione ha affermato che le relazioni bilaterali tra i due paesi sono rimaste forti e che ulteriore assistenza alla sicurezza degli Stati Uniti ha continuato a fluire in Ucraina attraverso la Polonia, anche l’ultimo giorno.

Un alto funzionario della difesa ha affermato mercoledì che “la maggior parte” della flotta aerea ucraina rimane “sana e operativa”. Il funzionario ha affermato che gli ucraini avevano a disposizione aerei ad ala fissa, sottolineando che lo spazio aereo sull’Ucraina era ancora “contestato”.

“Lo spazio aereo è in discussione”, ha detto il funzionario. “E come ho detto ieri, i russi hanno paracadute missilistici terra-aria che coprono praticamente l’intero paese”.

Eli Kaufman, Barbara Starr, Oren Lieberman e Jennifer Hansler della CNN hanno contribuito a questo rapporto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.