Comincia dall’Ato il Game Change del Pd. Insogna a Valentino: “Sì a dialogo con tutti”

Sì al confronto con tutti gli eletti nell’Ato Rifiuti, nessuno escluso. Lo dice apertamente Rossano Insogna,  presidente del Pd,  in pole per la presidenza Ato se si riuscisse a ribaltare il tavolo con il sostegno dei mastelliani. 

La missiva inviata al segretario provinciale del Pd,  Carmine Valentino, dopo l’incontro con i rappresentanti PD all’ATO non lascia spazio a fraintendimenti. 

” Caro Segretario – scrive Insogna – , ti comunico che nella giornata di ieri venerdì 22 giugno, ho incontrato i colleghi componenti dell’Ente d’Ambito per il ciclo integrato dei Rifiuti nelle persone di Michelantonio Panarese, Michele Napoletano, Vito Fusco e Fabrizio D’Orta, ottemperando così a quanto stabilito e richiestomi in sede di riunione della Direzione Provinciale del PD, 

Dopo la disamina delle tematiche che affliggono l’ATO rifiuti di Benevento, abbiamo concordato di esprimere l’unanime posizione con la sottoscrizione di un documento che ti invio in allegato alla presente.

Ti comunico infine, che provvederò al più presto a convocare la Direzione Provinciale per l’incontro della stessa  con i nostri rappresentanti in seno all’ATO”.

L’Ato rifiuti vive una fase di stallo da oltre un anno: la presidente Tozzi (ex Ncd) eletta con i voti del Pd versione Renzi non è mai riuscita a far partire l’ente per l’opposizione dei mastelliani.

 Di recente la nomina del direttore ha evitato il commissariamento intimato dalla Regione.

La partita alle elezioni Ato finì in parità (5 eletti Pd + Ncd e 5 di area mastelliana). Il Pd scelse di non raggiungere alcun compromesso e di cedere la guida dell’ente all’Ncd di Luigi Barone, fino  pochi mesi fa uomo sponda del Pd,  oggi in declino per via della morte annunciata degli alfaniani. 

Ora spunta invece una posizine collaborazionista nel Pd,  che non pare condivisa dal segretario provinciale e dall’area ex Margherita di fede renziana.  

Tanto che Valentino ha ufficialmente smentito con toni liquidatori la notizia di un accordo con Mastella: “La notizia non è  vera – ha dichiatato -. Chiunque parla di accordo lo fa a titolo personale”. 

Comincia dunque dall’Ato il Game Change nel Pd,  fatto di riposizionamenti e gomitate.  In ballo la leadership del partito dopo le disavventure elettorali e le candidature per le Provinciali e le Regionali.  

Ecco il Documento dei componenti in seno all’ATO Rifiuti:

“Il sottoscritto Rossano Insogna, nella sua qualità di Presidente del PD di Benevento, così come stabilito in direzione provinciale, ha incontrato in data odierna i componenti dell’Ente d’Ambito per il servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani di Benevento, Antonio Panarese, Fabrizio D’Orta, Vito Fusco e Michele Napoletano, per un esame della situazione venutasi a creare a seguito della diffida del Presidente della Giunta Regionale per la mancata attivazione degli organi dell’Ente.

I componenti tutti ritengono ormai non più rinviabile l’assunzione di ogni iniziativa che possa portare l’ATO rifiuti di Benevento fuori da questa situazione di immobilismo e di inattività, fortemente penalizzante per l’intero territorio sannita. Pertanto auspicano che il governo di questo importante Ente possa essere esercitato in modo solidale, condiviso e responsabile con l’apporto costruttivo di tutti gli eletti poiché la contrapposizione e il non dialogo di questi mesi non ha consentito il regolare svolgimento delle attività con il serio rischio della nomina di un commissario ad acta, eventualità purtroppo non così remota , che rappresenterebbe per tutti noi una vera e propria mortificazione”.

                                   

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.