Congresso regionale del Pd, Del Basso De Caro sotto il 30%

Sarà un congresso senza grossi colpi di scena quello del Pd, sia a livello nazionale che regionale e provinciale.

I CANDIDATI ALLA SEGRETERIA NAZIONALE

Zingaretti, se nella provincia di Benevento -dove è sostenuto da Raffaele Del Vecchio – non va oltre il 40 per cento, vola nei circoli della regione Campania, dove il movimento di opinione, soprattutto della base di sinistra, sta spingendo in avanti il Governatore del Lazio.

Per Zingaretti, in Campania,  si sono infatti registrate percentuali quasi del 50%.

Maurizio Martina (che vola in provincia di Benevento, dove è sostenuto da Umberto Del Basso De Caro) è, per il momento, fermo al 36% dei voti nei circoli della regione, nonostante con lui siano schierati tutti i capataz del Pd, da Vincenzo De Luca, a Mario Casillo a Lello Topo passando per Del Basso De Caro.

Roberto Giachetti si attesta poco sopra l’8%., mentre sono bassissime le percentuali degli altri due candidati, tra cui Francesco Boccia, marito dell’ex ministro di Forza Italia, Nunzia De Girolamo.

Numeri non definitivi, perché le convenzioni regionali proseguiranno anche nel prossimo week end.

I CANDIDATI ALLA SEGRETERIA REGIONALE

Leo Annunziata, candidato alla segreteria regionale del Pd voluto dal Governatore della Campania,  già veleggia verso la segreteria regionale, e blinda la ricandidatura di De Luca alle prossime Regionali.

Il favorito resterebbe, dunque, il sindaco di Poggiomarino, salvo sorprese dell’ultimo momento, mai da escludere quando si parla di Pd.

Annunziata si attesta, per ora, intorno al 49% in Campania.

Bulgare le percentuali registrate nel salernitano, dove domina il presidente De Luca,

In provincia di Napoli, la professoressa Filippelli, di area Zingaretti, è riuscita però a strappare molti circoli ad Annunziata. A Napoli città e soprattutto a Castellammare, dove la professoressa voluta da Oddati ha quasi doppiato Annunziata.

Ciò nonostante Filippelli ha totalizzato il 26% dei consensi, mentre  Umberto Del Basso De Caro non arriva al 30%. Il partito regionale potrebbe dunque restare nelle mani di De Luca-Casillo-Topo, il che consentirebbe al Governatore di blindare la sua candidatura alla Regione.

Del Basso De Caro che non ha mai pensato di poter riuscire nell’intrapresa di scalare il Pd regionale, andrebbe a sedersi al tavolo calando il suo 30 per cento circa per negoziare le prossime candidature.

L’altro candidato in funzione anti-zingaretti il sindaco appena eletto di Marano, Visconti, si è invece ritirato, stringendo un patto con De Luca e Casillo per appoggiare poi Leo Annunziata.

Teresa Ferragamo

Teresa Ferragamo

Teresa Ferragamo, giornalista per vocazione, addetto stampa con il pallino della comunicazione prima di tutto. Dopo aver scritto per varie testate giornalistiche, ha fondato sanniopage.com, per dimostrare che un altro giornalismo è possibile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.