Cosa accadrà se la Russia non riuscirà a pagare i suoi debiti dopo le sanzioni occidentali? | Russia

La Russia è vicina all’impossibilità di pagare i suoi debiti a causa delle sanzioni imposte dall’Occidente dopo l’invasione dell’Ucraina da parte di Vladimir Putin.

Capo economista della Banca Mondiale, Carmen Reinhart ha avvertito La Russia e il suo alleato Bielorussia hanno dichiarato giovedì di essere “molto vicini” al default.

Un test importante arriverà mercoledì della prossima settimana, quando lo stato russo dovrà rimborsare 117 milioni di dollari (89 milioni di sterline) su parte del suo debito in dollari USA. Mentre la Russia ha un debito relativamente basso e il suo sistema finanziario è meno integrato con il resto del mondo rispetto ad altri paesi, alcuni analisti avvertono che un imminente default del debito russo potrebbe avere conseguenze impreviste.

Cosa succede in default?

Un inadempimento si verifica quando un mutuatario non effettua i pagamenti concordati sui suoi debiti.

La Banca del Canada e la Banca d’Inghilterra che Tieni traccia delle ipotesi sovrane globaliil valore totale del debito pubblico inesigibile in tutto il mondo è stato stimato a 443,2 miliardi di dollari nel 2020, circa lo 0,5% del debito pubblico globale.

I governi recenti che sono inadempienti includono Argentina, Belize, Ecuador e Suriname, con paesi che di solito non riescono a tenere il passo con i pagamenti denominati in valute estere. Alcuni di loro hanno una solida esperienza, inclusi gli Stati Uniti e il Regno Unito. Tuttavia, entrambi hanno vacillato in passato, inclusa la Gran Bretagna nel 1672 sotto Carlo II e gli Stati Uniti nel 1862 durante la guerra civile americana.

La Russia effettuerà due cedole regolari o pagamenti di interessi il 16 marzo. Tuttavia, avrà un periodo di grazia di 30 giorni, il che significa che il default non si verificherà ufficialmente almeno fino ad aprile.

READ  Uber introduce supplementi carburante negli Stati Uniti a causa dell'aumento dei prezzi del gas

Quando è stata l’ultima volta che la Russia ha vacillato?

La Russia è già inciampata in precedenza, anche durante la rivoluzione del 1917 e nel 1998, quando l’economia del paese è rimasta debole dopo il crollo dell’Unione Sovietica ei costi della guerra in Cecenia hanno impedito di tenere il passo con il pagamento del debito. Tuttavia, anche allora, la Russia ha continuato a pagare in dollari.

La cosiddetta crisi del rublo ha causato ingenti danni alle economie vicine e ha provocato ondate di shock nel sistema finanziario globale, comprese enormi perdite per l’hedge fund statunitense Long-Term Capital Management.

Qual’è il rischio

La Russia ha rafforzato la sua posizione finanziaria negli ultimi anni in risposta alle sanzioni occidentali imposte dopo l’annessione della Crimea nel 2014, poiché il governo gestisce eccedenze di bilancio e riduce la sua dipendenza dal dollaro USA.

Secondo l’Institute of International Finance (IIF), le passività esterne della Russia – denaro dovuto ai creditori da parte del governo, delle imprese e delle famiglie – sono scese da circa 733 miliardi di dollari nel 2014 a circa 480 miliardi di dollari. Di questo importo, $ 135 miliardi dovrebbero essere pagati ai creditori entro un anno.

Tuttavia, l’importo dovuto dal governo stesso è relativamente piccolo. Il paese possiede circa 40 miliardi di dollari in obbligazioni in valuta estera denominate in dollari ed euro, una piccola frazione rispetto alle dimensioni della sua economia e di molti paesi simili. Gli investitori stranieri possiedono anche 28 miliardi di dollari di debito denominato in rubli della Russia.

Tuttavia, la portata del problema è ancora maggiore per le società russe, con poco meno di 100 miliardi di dollari in obbligazioni internazionali in circolazione.

READ  Si dice che Apple stia dando ai lavoratori al dettaglio un aumento da trattenere

Gli investitori nel debito russo includono hedge fund, che preferiscono scommesse rischiose, e i principali asset manager globali. Secondo il Financial Times, il gestore di fondi statunitense Pimco, uno dei maggiori investitori nel mercato obbligazionario al mondo, ha raccolto 1,5 miliardi di dollari di debito sovrano russo.

Come mai La Russia può andare in default?

Le sanzioni occidentali contro la Banca centrale russa e il più grande prestatore del paese hanno interrotto le transazioni finanziarie. Mosca ha anche imposto controlli sui capitali in risposta, inclusa la sospensione del trasferimento dei pagamenti delle cedole sul debito sovrano agli investitori stranieri.

Il ministero delle finanze russo ha dichiarato che servirà e ripagherà il debito sovrano per intero e in tempo. Tuttavia, Putin ha affermato che le entità russe possono rimborsare i loro debiti in valuta estera in rubli al prezzo di tassi di cambio stabiliti dalla Banca centrale russa per i residenti di “paesi che si impegnano in attività ostili”.

Sebbene la Russia avesse abbastanza valuta estera per coprire i pagamenti del debito, avendo accumulato 630 miliardi di dollari in riserve, il congelamento degli asset della banca centrale di Stati Uniti, Regno Unito e UE ha reso inaccessibile gran parte di tale importo.

Agenzia di rating Fitch Il debito sovrano russo è sceso al secondo livello più basso All’inizio di questa settimana, ha detto che il default era “imminente”.

Quali potrebbero essere le conseguenze per la Russia?

L’insolvenza del debito rende l’indebitamento più difficile e costoso in futuro, dato il danno reputazionale. Tuttavia, la Russia è già isolata sulla scena mondiale dopo l’invasione dell’Ucraina. I governi occidentali hanno anche impedito allo stato russo di raccogliere nuovi fondi sui mercati dei capitali, comprese Londra e New York.

READ  Il crollo dell'IPO delle azioni 'tech' immobiliari e SPAC: House Flippers Opendoor e Redfin Come Unglued, dopo Zillow

Secondo l’Institute of International Finance, le sanzioni che aumentano il costo del finanziamento rischiano di danneggiare la posizione finanziaria del governo, costringendo potenzialmente Mosca a tagliare la spesa o aumentare le tasse.

che cosa può Le conseguenze saranno altrove?

L’obiettivo del sistema finanziario russo è destinato a infliggere danni economici all’interno del paese, sebbene potrebbero esserci effetti di ricaduta sul più ampio sistema bancario globale.

Tuttavia, diversi economisti, tra cui Andrew Bailey, governatore della Banca d’Inghilterra, hanno suggerito che i legami finanziari tra la Russia e il resto del mondo sono piccoli e non di importanza sistemica.

Le banche estere hanno circa $ 121 miliardi di esposizione alla Russia, principalmente in EuropaSecondo i dati della Banca dei Regolamenti Internazionali. L’Institute of International Finance stima che le banche estere svolgano un ruolo minore nel Paese, possedendo solo il 6,3% delle attività totali.

Il settore delle imprese del paese si basa principalmente su prestiti per finanziamenti da banche statali. La partecipazione straniera al mercato del debito sovrano russo rappresenta attualmente il 20% del debito totale in essere, con l’incertezza politica dal 2014 che scoraggia gli acquirenti esteri.

Reinhart della Banca Mondiale ha detto a Reuters che le ripercussioni sono state finora limitate, ma i rischi permangono.

“Sono preoccupata per ciò che non vedo”, ha detto. “Le istituzioni finanziarie sono ben capitalizzate, ma i bilanci sono spesso opachi… C’è un problema di default nel settore privato russo. Non ci si può accontentare”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.