Cosa sappiamo dell’espansione del telescopio spaziale James Webb?

Il telescopio più potente mai lanciato nello spazio ha raggiunto la fine di un meticoloso processo di assemblaggio che ha tenuto gli astronomi in difficoltà per settimane.

Dal suo Inizio mattina di Natale, James Webb Space Telescope ha fatto tutte le mosse giuste. Ora ha superato la fase finale della sua complessa fase di schieramento.

In questi passaggi terminali, due pannelli di 18 specchi esagonali placcati in oro su entrambi i lati della schiera telescopica sono stati ripiegati durante la valanga e fissati in posizione per completare il riflettore a nido d’ape della rete. Il vetro largo 21 piedi trasmette la luce dal cosmo al vetro secondario, che quindi spinge la luce nel sensore a infrarossi principale del telescopio.

La diffusione del vetro è un’importante pietra miliare nell’uso dei telescopi per gli studi scientifici sul Big Bang, gli asteroidi, i buchi neri e il nostro sistema solare. Attualmente è completato, La NASA considera il telescopio “completamente utilizzato”.

La fase di espansione del telescopio è stata chiusa sabato mattina ed è stato conservato il pannello laterale destro della sezione di vetro dei restanti tre specchi. Il lato sinistro ha completato il suo dispiegamento venerdì, che ha richiesto cinque ore e mezza.

Il flusso video in diretta della NASA ha mostrato i task manager che monitoravano il dispiegamento dalla sala di controllo delle attività dello Space Telescope Science Institute a Baltimora, il centro operativo centrale del telescopio.

Alle 8:53, ora orientale, i responsabili della missione hanno inviato i primi comandi per iniziare a rotolare i bicchieri. Poco prima delle 10:30, il pannello si aprì lentamente, in modo che i tre specchi esagonali fossero serrati insieme agli altri 15. Il personale ha applaudito prima di passare alle fasi successive del montaggio degli occhiali. Il processo si è concluso alle 13:17.

READ  Blinken annuncia che gli Stati Uniti hanno fornito risposte scritte alla Russia sulla crisi in Ucraina

“Com’è possibile che tutti facciano la storia? Ce l’hai fatta”, ha detto Thomas Jurbusen, capo della scienza della NASA, commentando il suo lavoro al Baltimore Space Science Telescope.

All’inizio del video dal vivo, il dottor Jurbusen ha descritto come si è emozionato quando gli occhiali del telescopio hanno finalmente scattato sul posto.

“Che traguardo straordinario”, ha detto. “Ora vediamo quella bella forma nel cielo.”

Ma non riusciva a vedere cosa stesse succedendo nel telescopio.

I razzi e alcuni veicoli spaziali trasportano telecamere integrate in modo che gli ingegneri sulla Terra possano monitorare il loro comportamento nello spazio. Pertanto, gli ingegneri possono aspettarsi di inserire le telecamere nel James Webb Space Telescope, la sorveglianza più costosa e tecnicamente sofisticata mai lanciata nello spazio con 344 “single point of failure”.

Pensa di nuovo.

Il telescopio non ha telecamere di sorveglianza. Invece, gli ingegneri si affidano a interruttori, sensori e motori per monitorarne lo stato durante l’implementazione.

La NASA ha abbandonato l’idea di aggiungere telecamere di sorveglianza al web a causa di problemi tecnici e rischi. Le nuove dimensioni e forma del telescopio – un lato del suo schermo solare che devia troppo calore e luce solare e l’altro lato pesante per strumenti che sprofonda nella fredda oscurità – richiederanno molte telecamere personalizzate. I cavi e le montature per quelle telecamere sono già telescopi pesanti, il che aggiunge peso e rischio all’agenzia Spiegato In un post sul blog.

Paul Keithner, vice project manager della NASA per l’aspetto tecnico del progetto web, ha dichiarato: “Non è così semplice come aggiungere un gioco di campanello o una fotocamera a razzo.

READ  L'ex presidente della Corea del Sud Park Geun-hye è stato graziato

Dall’introduzione del web, gli ingegneri hanno completato una dozzina di passaggi chiave nella fase di assemblaggio per portare il telescopio alla sua forma finale, comprese centinaia di parti mobili come interruttori, motori, pulegge e cavi. Il processo è iniziato entro 30 minuti dal lancio il mese scorso, utilizzando il pannello solare di Webb, l’unico passaggio catturato in video quando il telescopio si è diviso nello spazio con il suo razzo, che aveva una fotocamera interna.

Il telescopio ha superato molte pietre miliari e fa molto per alleviare l’ansia degli astronomi e alleviare la paura che un sistema complesso come il Web possa incontrare ostacoli nei suoi milioni di chilometri di viaggi nello spazio. Il telescopio è stato azionato, le antenne sono state allungate meccanicamente a varie articolazioni e alla pietra miliare tecnicamente più complessa hanno allungato delicatamente cinque strati di un foglio di plastica delle dimensioni di un campo da tennis progettato per proteggere i sensori della fotocamera a ultrasuoni del telescopio dal calore del sole.

Il Web Telescope è progettato per studiare un’importante estensione della prima storia cosmologica conosciuta dagli astronomi come il Medioevo.

Gli astronomi ritengono che le prime stelle siano apparse quando l’universo aveva circa 100 milioni di anni. (Oggi ha 13,8 miliardi di anni.) La galassia lontana e primitiva vista dagli astronomi usando il telescopio spaziale Hubble, l’universo era 400 milioni di anni dopo il Big Bang. Quello che è successo durante quei 300 milioni di anni intermedi in cui l’universo ha volato incandescente e come il Big Bang è diventato un cielo pieno di stelle e vita è un mistero.

Questo telescopio consentirà agli astronomi di studiare meglio le galassie e altre grandi stelle al centro dei pianeti in orbita attorno alle stelle della nostra galassia.

READ  Il secondo gentiluomo Doug Mhoff è risultato positivo per Kovit-19

Per ottenere queste osservazioni scientifiche, il telescopio web si basa su un vetro primario con un diametro di 6,5 metri, che è di 2,4 metri rispetto al vetro dell’Hubble. Ha la capacità di raccogliere sette volte più luce e vedere più del passato.

Un’altra importante differenza è che ha telecamere e altre apparecchiature sensibili agli infrarossi o alle radiazioni “calore”. Espansione dell’universo La luce a lunghezze d’onda generalmente visibili diventa lunghe lunghezze d’onda dell’infrarosso invisibili all’occhio umano.

Gli ingegneri hanno dovuto inventare 10 nuove tecnologie per rendere il telescopio più sensibile dell’Hubble. Previsioni di tabella altamente ottimistiche, incidenti di crescita occasionali e rapporti di spesa irregolari hanno trascinato la sequenza temporale fino al 2021, portando il costo totale a $ 10 miliardi.

Per capire in che modo i poteri di tracciamento del James Web Space Telescope e la ricerca degli astronomi possono aiutare, prova queste due esperienze di realtà aumentata nel tuo spazio con uno smartphone connesso a Instagram.

Con una mappa 3D dell’universo osservabile, ti mostrerà prima dove si trova il web nello spazio e nel tempo. Pianifica alcuni degli obiettivi iniziali del veicolo spaziale, inclusa la Terra, come gli extraterrestri e le prime galassie conosciute. Per favore riprova Qui su Instagram.

La seconda esperienza di realtà aumentata mostra come il web riceva stimoli visivi dal potere delle lenti gravitazionali.

Metti un buco nero virtuale al tuo posto e guarda come si comporta come una lente d’ingrandimento intorno a te. La stessa tecnica aiuterà gli astronomi a studiare l’universo primordiale. Per favore riprova Qui su Instagram.

Nova Bisner Rapporto contribuito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.