De Minico: “Personale San Pio venga messo nelle condizioni di operare in sicurezza”

“L’infezione da COVID19+ avanza inesorabilmente dal Nord al Sud dell’Italia, mietendo giornalmente vittime.

La regione Campania e la nostra provincia, inizialmente risparmiate, vedono, oggi, aumentare quotidianamente contagiati e morti.

In città, il personale medico e paramedico dell’A.O. “San Pio”, impegnato h24 con abnegazione e sacrificio, è schierato in prima linea nella lotta all’epidemia e, per tale ragione, deve essere posto nelle giuste condizioni operative, deve essere fornito, innanzitutto, di ogni presidio di protezione personale necessario”, così in una nota il presidente del Consiglio comunale di Benevento, Luigi De Minico.

“Chiedo, allora, al Direttore Generale dell’A.O. “San Pio”, nonchè a tutti quanti preposti al controllo nelle scale gerarchiche, se ciò è avvenuto; ancora, se sono stati effettuati i controlli con tampone e se, per eventuali esiti positivi, sono avvenuti i conseguenti allontanamenti di prevenzione, con riferimento a tutto il personale medico e paramedico venuto a contatto con colleghi o pazienti risultati positivi al virus e, ormai, conclamati, da qualche giorno, come riportato dagli organi d’informazione.

Chiedo, inoltre, se tali verifiche non sono ancora state effettuate, quali sono le certezze per la popolazione e per tutto il personale del maggiore presidio sanitario cittadino.

Non è tempo d’indugi né di risparmi. Si consideri, al riguardo, che un’azienda Italiana ha messo a punto, per gli USA, un test in grado di fornire esito in un’ora, negli stessi laboratori ospedalieri locali ove venga effettuato.

Nella funzione di Presidente del Consiglio comunale di Benevento, nonchè di ex medico Radiologo dell’ospedale “G. Rummo”, auspico, nel solo interesse collettivo e di quanti operano, in prima fila, all’interno del nosocomio cittadino, che a queste domande seguano risposte immediate e prive di ogni ambiguità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Enable Notifications    Ok No thanks