Di Maio: “Stiamo scrivendo la nuova legge elettorale”. Ciarambino: “Sono il cambiamento. Farò una Fiera del Turismo”

Per tirare la volata a Valeria Ciarambino, che i sondaggi danno al terzo posto dietro Vincenzo De Luca e Stefano Caldoro, è venuto a Benevento il ministro degli esteri, Luigi Di Maio, che, però, sulle elezioni regionali si è limitato solo a qualche battuta.

All’ex vice premier sta a cuore soprattutto il referendum sul taglio dei parlamentari, “un fatto storico” per cambiare l’Italia. Accolto da un centinaio di persone, riunite davanti ad un bar di Corso Garibaldi, e dai quattro parlamentari sanniti, il leader pentastellato ha rivendicato con orgoglio la proposta di riduzione di deputati e senatori dagli attuali 945 a 600.
Dopo penseremo anche al taglio degli stipendi -ha detto di Maio- questa riforma è stata approvata dalla quasi totalità del parlamento. Poi 70 senatori hanno raccolto le firme per il referendum. La vera rappresentatività si garantisce isolando gli assenteisti, i voltagabbana e i paracadutati da un collegio all’altro. Stiamo scrivendo la legge elettorale e questa terra avrà i suoi giusti rappresentanti. Per la regione Valeria (che si ricandida per la seconda volta, ndr) rappresenta l’unica alternativa alla vecchia politica”.

Mentre Di Maio parla qualcuno grida “sei il ministro dei cuori italiani”. Molti si avvicinano per un selfie. La candidata alla presidenza della regione per i Cinque Stelle, parla per prima, presentata da Marianna Farese, consigliera comunale di Benevento.

L’antagonista di De Luca e Caldoro parte in quarta, sferrando attacchi sullosmantellamento dell’ospedale civile, trasformato da eccellenza a spezzatino”, sul bio digestore previsto a Ponte Valentino, “dove c’è un eccellenza agroalimentare come il pastificio Rummo”, sul trasporto pubblico, critica De Luca per “aver utilizzato il palcoscenico mediatico durante il covid”.

La consigliera regionale accusa il governatore uscente di non aver approvato “neanche un provvedimento per le aree interne”.

“La collega Ciarambinosottolinea Mino Mortaruolo, consigliere regionale Pd- ignora volutamente l’impegno profuso per il Sannio. Dico solo alcuni numeri: la regione ha investito 37 milioni per la sanità. Al Rummo, che resta un grande ospedale, è arrivata la seconda risonanza magnetica, c’è il nuovo Pronto Soccorso. Nel prossimo mese sarà riaperto l’ospedale di Cerreto Sannita, come programmato già dal febbraio 2019.Ricordo i 34 milioni stanziati per le aziende colpite dall’alluvione, i soldi messi per la Diga di Campolattaro e che in agricoltura il Sannio ha avuto il 34 per cento dell’intera dotazione regionale”.

La candidata pentastellata –   dimentica inoltre che lo stesso De Luca qualche settimana fa si è dichiarato contrario al bio digestore “che non può nascere in zona Asi, dove c’è un polo agroalimentare. La stessa posizione è stata manifestata pubblicamente da Antonella Pepe, candidata sannita Pd alle regionali, nonché dal responsabile Ambiente dello stesso partito, Giuseppe Ruggiero”.

Il governatore ha ribadito più volte che il neurochirurgo Giuseppe Catapano ha scelto di andare all’Ospedale del Mare per motivi familiari e che per l’edilizia sanitaria si dovranno spendere un miliardo e 300 milioni di euro, ottenuti dopo l’uscita dal commissariamento e dopo il risanamento di ben 9 miliardi di debiti.

L’ultima stoccata è stata riservata a Mastella e ai vecchi politici. “Voi avete qui ha concluso Ciarambinouno che governa da una vita, che è entrato in Parlamento quando io avevo tre anni ed oggi vuole continuare a decidere le sorti di questo territorio. Gente come Mastella, De Mita, Pomicino, De Luca, Caldoro, ci ha ridotto così, ultimi nei servizi essenziali. Qui avete una miniera d’oro da valorizzare. C’è il Ricovery Fund da sfruttare. Voglio fare una Fiera Internazionale del Turismo. Io sono il cambiamento”.

Antonio Esposito

Antonio Esposito

Docente di lettere con la passione per il giornalismo. Cominciò nel 1982 come corrispondente de "l'Unità". Ha continuato, per oltre vent'anni, con "La Voce della Campania", mensile regionale d'inchiesta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.