“Come dirsi sì”: Benevento apre al destination wedding. Trusiani: “Questo territorio ha reali potenzialità”

“Come dirsi sì”: Benevento apre al destination wedding. Trusiani: “Questo territorio ha reali potenzialità”Inserire Benevento ed il Sannio nel circuito del “wedding tourism” e creare un prodotto altamente specializzato partendo dalla filiera corta.

Questo il duplice obiettivo che si è prefissata la Cna di Benevento (in collaborazione con Italy Destination Wedding) che mira alla creazione di un brand turistico legato al matrimonio di coppie straniere in Italia. Sabato 1 e domenica 2 ottobre il territorio sarà sotto la lente d’ingrandimento di buyers internazionali, blogger ed addetti ai lavori interessati ad approfondire lo stato di salute di Benevento e del Sannio.

Previsti seminari, workshop, riti simbolici, wedding menù ed inspection dei territori in un weekend che si preannuncia ricco di spunti e nuovi stimoli. Si comincia sabato alle 15.30 presso la sala DEMM dell’Unisanno in piazza Vari a Benevento, con un convegno mirato sul “destination wedding”, coordinato da Bianca Trusiani, una delle maggiori esponenti italiane del settore. Proprio la Trusiani è stata presente alla conferenza stampa di presentazione dell’evento che si è tenuta stamane nella sede della Cna sannita al Viale Mellusi: “Ho accettato subito la proposta di Benevento – ha sostenuto la wedding specialist romana – perché la sfida lanciata dalla Cna mi ha stimolato. Benevento è un territorio baricentrico che ha buone potenzialità turistiche e questo è già un ottimo punto di partenza.

14355726_977188559071231_4814975651350630687_n

La Cna locale è stata la prima in Italia che si è prodigata per dare una opportunità concreta ai suoi associati”. Ma per vincere questa scommessa non sono ammesse improvvisazioni: “Il territorio deve specializzarsi, occorre prima studiare e poi mettere in pratica. Il mercato del “wedding tourism” c’è, occorre presentarsi al meglio.

Bisogna lavorare partendo dagli artigiani a servizio del territorio e sfruttando al massimo la filiera corta”. Dello stesso avviso Antonio Catalano, presidente Cna Benevento: “Vogliamo recitare un ruolo importante – ha sostenuto – se siamo qui è perché crediamo di avere le carte in regola sia come territorio che come eccellenze da offrire ai turisti”. Catalano si è poi soffermato sul “turismo di ritorno”: “Gli italiani emigrati all’estero hanno voglia di tornare e di sposarsi secondo tradizione, nella loro terra. Hanno in mente quel “clima antico” e sarebbe bello aprire questo discorso”. Soddisfatto anche Luigi Ambrosone, assessore alle Attività Produttive del Comune di Benevento: “A nome dell’amministrazione comunale – ha sostenuto – daremo massima disponibilità al progetto Cna. Faremo squadra, si stanno aprendo scenari interessanti ed è giusto per la città di Benevento essere presente e centrale sull’argomento”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.