Elezioni provinciali, si va verso disfatta Pd. Damiano potrebbe fermarsi al 30%

È iniziato da poco più di mezz’ora lo spoglio per elezioni del presidente della provincia.

A contendersi la guida dell’ente sono Franco Damiano per il Partito Democratico e Antonio Di Maria per il centro-destra.

Stando ai primi dati, la partita potrebbe concludersi con una sonora sconfitta di Damiano  che potrebbe fermarsi addirittura al 30%.

Molti sindaci e amministratori ex pd o di area di centro-sinistra hanno, a queste elezioni (che sono di II livello) voltato le spalle più che al Pd, al suo gruppo dirigente che continua a infilare, in una spirale senza fine, una sconfitta dopo l’altra.

Damiano è uomo vicinissimo all’ ex Sottosegretario, Umberto Del Basso De Caro; ormai da tempo, però, nel Sannio va consumandosi una frattura profonda  tra il ceto politico diffuso sul territorio e la segreteria provinciale. Se il dato che sta emergendo da questo primo  conteggio delle schede dovesse essere confermato, per il Pd non solo sarebbe una disfatta,  ma  il segnale che ormai  è in atto una delegittimazione dal basso del gruppo dirigente, di cui, questa volta, bisognerebbe prendere atto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.