Quelli che fingono di non vederci sappiano che chi ci ignora non sarà ignorato

di Teresa Ferragamo

Non abbia il sapore di un avvertimento, ma vogliamo essere tranchant su un punto, che non è di forma ma di sostanza, perché investe la correttezza dei rapporti tra politica e giornalisti: quelli che fingono di non accorgersi di Sanniopage.com devono sapere che, per noi, nessuno è invisibile, né intoccabile. E che, dunque, chi ci ignora non sarà ignorato.

É una questione più grande di noi, che non siamo che moscerini nel panorama giornalistico: i politici dovrebbero darsi un’etica anche nella comunicazione e avere rispetto per chi fa il nostro mestiere. Anche perché per dirla con Michele Serra: “Ti è piaciuta la bicicletta? E adesso pedala”.

L’ho scritto in un editoriale di avvio di questa testata: se avessimo voluto applausi avremmo fatto altro dalla vita, se avessimo voluto evitare giudizi, talvolta perfino universali, ci saremmo occupati soltanto della nostra piccola esistenza, avremmo coltivato il nostro orto senza pensare al nostro vicino di casa. Ma poiché gli altri ci riguardano, preferiamo sporcarci le mani ed esserci. 

Però, chi sceglie consapevolmente di non esserci su questo giornale, evitando di inviarci i comunicati stampa, deve sapere che noi non avremo esitazioni nel pubblicare repliche alle loro note (come accaduto, questa mattina, con il comunicato stampa del sindaco Mastella di replica ai due consiglieri Italo Di Dio e Francesco De Pierro la cui nota non è mai giunta a questa redazione) e neppure esiteremo a occuparci di loro.

Perché per noi, tutti, perfino i nani e le ballerine, hanno diritto di cittadinanza in politica come su questa testata.

Teresa Ferragamo

Teresa Ferragamo

Teresa Ferragamo, giornalista per vocazione, addetto stampa con il pallino della comunicazione prima di tutto. Dopo aver scritto per varie testate giornalistiche, ha fondato sanniopage.com, per dimostrare che un altro giornalismo è possibile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.