Gara per la casa per Anziani San Pasquale, Pina Pedà all’attacco

La  consigliera comunale Pina Pedà del gruppo misto ha presentato un’interrogazione al sindaco Clemente Mastlla e al Presidente del Consiglio, Luigi De Minico, sulla struttura di accoglienza Casa Albergo per anziani San Pasquale, interessata nel mese di ottobre 2018, da lavori di adeguamento da realizzarsi in base alla specifica richiesta dopo ispezione da parte dei NAS.

Pedà chiede di conoscere: le procedure che sono state a base della gara con i rispettivi requisiti, se il Concessionario aggiudicatario avesse i requisiti richiesti e nel caso contrario perché si è proceduto nell’aggiudicazione, se le famiglie degli anziani ospitati sono stati preventivamente ed adeguatamente informati con richiesta di relativa adesione, quanti centri sono stati interpellati per il momentaneo alloggio con tracciabilità ed esibizione degli stessi e quanti hanno risposto.

Il consigliere Pedà chiede inoltre quali sono stati i criteri adottati nella scelta e quale sarà il destino dei dipendenti della Casa Albergo San Pasquale,visto che nel lontano novembre 2013 (amministrazione Pepe) l’attuale Assessore Ambrosone interrogava il Sindaco Pepe avendo a cuore il futuro dei dipendenti. “Ad oggiè il quesito è postoa quanti è stata già trovata collocazione? C’era la possibilità alternativa di ospitarli nella struttura contigua affidata ad altre associazione?”.

Pedà chiede anchese le stesse, vista la motivazione dell’affidamento a terzi della Casa Albergo per i costi, versano i corrispettivi canoni al Comune“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.