Gli australiani dicono che la nave di James Cook è stata trovata, gli Stati Uniti dicono che non così in fretta

SYDNEY (AP) – Gli esperti marittimi australiani hanno affermato giovedì di ritenere di aver trovato il relitto di una delle navi più importanti nella storia del Pacifico meridionale dopo che era stata affondata negli Stati Uniti più di 200 anni fa.

Ma gli archeologi negli Stati Uniti hanno prontamente replicato dicendo che i risultati erano prematuri e una violazione del contratto nella loro ricerca congiunta.

Per 22 anni, gli archeologi marittimi hanno indagato su diversi antichi relitti di navi in ​​un’area di 2 miglia quadrate di Newport Harbor, nel Rhode Island. È qui che si credeva che l’HMS Endeavour di James Cook fosse stato deliberatamente affondato dagli inglesi durante la Rivoluzione americana.

Cook aveva precedentemente navigato con la nave intorno al Pacifico meridionale in un viaggio pionieristico prima di atterrare sulla costa orientale dell’Australia nel 1770.

Giovedì mattina, Kevin Sumption, amministratore delegato dell’Australian National Maritime Museum, ha tenuto una conferenza stampa a Sydney dopo aver avvertito i media che avrebbe fatto “un importante annuncio marittimo storico”.

Sumption ha affermato che gli archeologi erano convinti di aver trovato il relitto dell’Endeavour dopo aver abbinato i dettagli strutturali e la forma dei resti a quelli dei piani originali.

“Sono soddisfatto che questo sia l’ultimo luogo di riposo di una delle navi più importanti e controverse nella storia marittima dell’Australia”, ha detto Sumption.

Video: La vigilia segna l’anniversario del naufragio della Costa Concordia

Ma in una dichiarazione rilasciata poco dopo, DK Abbass, il direttore esecutivo del Rhode Island Marine Archaeology Project, ha affermato che il suo gruppo era l’organizzazione principale nello studio a Newport Harbor.

READ  Durante l'appello, il tribunale ha ordinato il rilascio di Jesse Smolett dal carcere

“Quello che vediamo sul sito del naufragio in studio è coerente con ciò che ci si potrebbe aspettare dall’Endeavour, ma non sono stati trovati dati indiscutibili per dimostrare che il sito è quella nave iconica, e ci sono molte domande senza risposta che potrebbero ribaltare tale identificazione “, ha scritto Abbas. “Quando lo studio sarà terminato, RIMAP pubblicherà il rapporto legittimo”.

In una successiva intervista con l’Australian Broadcasting Corporation, Kieran Hosty, il manager dell’archeologia marittima del museo australiano, ha affermato di ritenere che il contratto del suo gruppo con RIMAP fosse scaduto a novembre, ma non poteva commentare con certezza. Ha fornito ulteriori dettagli che ha detto li aveva convinti che fosse l’Endeavour, comprese le dimensioni delle travi, che era costruito in Europa e i fori di affondamento nella chiglia.

“Quindi soddisfa tutte quelle caselle”, ha detto Hosty all’ABC. “Quindi, siamo molto aperti alle conversazioni con il Dr. Abbass se non è d’accordo con le nostre scoperte, le loro scoperte. ”

Sumption aveva affermato in precedenza che il ruolo significativo della nave nell’esplorazione, nell’astronomia e nella scienza la rendeva importante non solo per l’Australia, ma anche per la Nuova Zelanda, la Gran Bretagna e gli Stati Uniti

“Gli ultimi pezzi del puzzle dovevano essere confermati prima che mi sentissi in grado di fare questa chiamata”, ha detto Sumption alla conferenza stampa. “Sulla base di archivi e prove archeologiche, sono convinto che sia l’Endeavour”.

Rimane solo il 15% circa della nave e i ricercatori sono ora concentrati su cosa si può fare per proteggerla e preservarla, ha detto Sumption in conferenza stampa. Ha detto che il museo stava lavorando a stretto contatto con esperti marittimi nel Rhode Island, nonché con funzionari statali e federali negli Stati Uniti e in Australia per proteggere il sito.

READ  40 La migliore crema per smagliature del 2022 - Non acquistare una crema per smagliature finché non leggi QUESTO!

Ma Abbass ha detto che mentre la sua organizzazione ha riconosciuto il legame tra i cittadini australiani di origine britannica e l’Endeavour, le sue conclusioni sarebbero state guidate “da un adeguato processo scientifico e non da emozioni o politiche australiane”.

La nave fu varata nel 1764 come Earl of Pembroke. Quattro anni dopo, fu ribattezzato Endeavour dalla marina britannica e fu preparato per un importante viaggio scientifico nel Pacifico.

Dal 1768 al 1771, l’Endeavour navigò nel Pacifico meridionale, apparentemente per registrare il transito di Venere a Tahiti nel 1769. Cook continuò quindi a navigare nella regione alla ricerca della “Grande Terra del Sud”.

Ha tracciato la costa della Nuova Zelanda. Il suo primo incontro significativo con il popolo indigeno Maori finì male, con il suo equipaggio che uccise diversi Maori. Nel 2019, il governo britannico ha espresso rammarico per gli omicidi, ma si è fermato prima delle scuse complete.

Ha anche tracciato la costa orientale dell’Australia, prima di rivendicare la terra per la Gran Bretagna nel 1770.

L’Endeavour fu poi venduto a privati ​​e ribattezzato Lord Sandwich. Fu deliberatamente affondato nel 1778 dalle forze britanniche durante la Rivoluzione americana.

Un anno dopo, Cook fu ucciso alle Hawaii durante un altro viaggio nel Pacifico. Nel 1788, la cosiddetta Prima Flotta di 11 navi, con a bordo centinaia di detenuti, arrivò in Australia per fondare una colonia britannica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *