Gli Stati Uniti e la Gran Bretagna accusano la Russia di lanciare attacchi informatici contro l’Ucraina

Washington (AFP) – La Casa Bianca venerdì ha incolpato la Russia per gli attacchi informatici di questa settimana al ministero della Difesa ucraino e alle principali banche e ha avvertito del potenziale di interruzioni più significative nei prossimi giorni.

Gli Stati Uniti hanno rapidamente collegato gli attacchi di martedì agli ufficiali dell’intelligence militare russa, ha affermato Anne Neuberger, vice consigliere per la sicurezza nazionale dell’amministrazione Biden per le tecnologie elettroniche ed emergenti.

La Gran Bretagna si è unita agli Stati Uniti incolpando l’agenzia di intelligence militare, il GRU, per gli attacchi distribuiti di negazione del servizio che si sono verificati quando sono aumentate le tensioni tra Russia e Ucraina.

Neuberger ha affermato che gli attacchi, che hanno messo offline i siti Web del governo e alcune delle principali banche per gran parte della giornata, hanno avuto un “effetto limitato” perché i funzionari ucraini sono stati in grado di riavviare rapidamente i loro sistemi.

Ma ha detto che i russi potrebbero anche gettare le basi per attività più sovversive che potrebbero accompagnare l’invasione dell’Ucraina.

“Prevediamo che se la Russia deciderà di procedere con un’ulteriore invasione dell’Ucraina, potremmo assistere a un’ulteriore attività informatica destabilizzante o distruttiva e stiamo lavorando a stretto contatto con alleati e partner per assicurarci di essere pronti a chiamare questo comportamento una risposta”, ha affermato Neuberger .

Ha detto che gli Stati Uniti hanno pubblicamente incolpato il Cremlino per la necessità di “richiamare rapidamente il comportamento”.

“La comunità globale deve essere pronta a far luce sulle attività informatiche dannose e ritenere gli attori responsabili di qualsiasi attività informatica distruttiva o distruttiva”, ha affermato Neuberger.

Valutare
miniatura del video di YouTube

Il ministero degli Esteri britannico ha affermato che l’attacco “ha dimostrato il continuo disprezzo per la sovranità ucraina. Questa attività è un altro esempio delle azioni aggressive russe contro l’Ucraina”.

READ  Tre compagnie di navigazione non salperanno da e per la Russia

Neuberger ha affermato che non c’erano informazioni che suggerissero che gli Stati Uniti sarebbero stati presi di mira da un attacco informatico, ma che questa rimane una preoccupazione, dato che il sistema bancario non è “cyber-resiliente” come dovrebbe essere.

Funzionari ucraini hanno descritto il diniego di servizio di martedì come il peggiore nella storia del paese. Roland Dobbins, ingegnere capo DDoS presso l’azienda di sicurezza informatica Netscout, ha affermato che sebbene abbiano sicuramente interrotto l’online banking, ostacolato alcune comunicazioni tra i governi e chiaramente destinati a causare panico, non erano particolarmente seri per gli standard globali o storici.

“La maggior parte degli attacchi DDoS riesce a causa della mancanza di preparazione da parte dei difensori”, ha affermato Dobbins, aggiungendo che la maggior parte dei servizi di mitigazione commerciale progettati per contrastare tali attacchi sarebbero probabilmente in grado di respingere gli attacchi di martedì.

___

Frank Bajak ha contribuito a Boston.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *