Gli Stati Uniti hanno imposto sanzioni al produttore russo di gasdotti Nordstream 2

WASHINGTON, 23 febbraio (Reuters) – Mercoledì gli Stati Uniti hanno imposto sanzioni a una società responsabile della posa del gasdotto russo North Stream 2 ed esteso le sanzioni a Mosca dopo aver riconosciuto due divisioni nell’Ucraina orientale.

Le sanzioni contro Nortstream 2AG e il suo CEO, Matthias Warnick, aumentano la pressione sul progetto del Mar Baltico, progettato per raddoppiare il flusso di gas dalla Russia alla Germania.

Nord Stream 2, il progetto energetico più divisivo d’Europa, non ha iniziato le operazioni in attesa della certificazione da parte della Germania e dell’Unione Europea.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

La Germania martedì ha interrotto un gasdotto da 11 miliardi di dollari, citando le azioni della Russia in Ucraina. Gli Stati Uniti e l’Unione Europea temono che il progetto del gasdotto aumenterà la dipendenza dell’Europa dalle forniture energetiche della Russia e negherà il trasporto verso l’Ucraina e ospiterà un altro gasdotto russo.

In una dichiarazione mercoledì, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha affermato che la sua amministrazione stava coordinando da vicino l’operazione Nord Stream 2 con la Germania: “Oggi ho incaricato la mia amministrazione di imporre sanzioni a Nord Stream 2 AG e ai suoi dirigenti aziendali”.

Biden ha aggiunto: “Queste azioni sono solo un’altra battuta d’arresto nella nostra risposta all’azione della Russia in Ucraina. Come ho chiarito, non esiteremo a intraprendere ulteriori azioni se la Russia continuerà a intensificarsi”.

Fino al 2 marzo, il Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti ha rilasciato una licenza pubblica che lo autorizzava a “ridurre” le transazioni con Nord Stream 2 AG.

Gerhard Schrder, un caro amico dell’ex presidente russo Vladimir Putin e dell’ex cancelliere tedesco Vladimir Putin, che presiede il gruppo di azionisti di Nordstream dal 2005, non è stato colpito dalle sanzioni.

READ  40 La migliore diavolina accendifuoco del 2022 - Non acquistare una diavolina accendifuoco finché non leggi QUESTO!

Nord Stream 2 AG è una società svizzera registrata la cui società madre è Gazprom, una compagnia di gas di proprietà statale russa. Gasprom possiede l’intero gasdotto, ma ne paga la metà, mentre Shell e l’austriaca OMV condividono il resto. (OMVV.VI)Engie della Francia e Uniper della Germania (UN01.DE) E Wintershall DEA [RIC:RIC:WINT.UL].

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Relazione di Jeff Mason, Kanishka Singh e Daphne Saladakis; Montaggio di Toina Siaku, Sisu Nomiyama e Howard Koller

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.