Good Academy, una scuola di doppiaggio che porta i big nell’impiegatizia Benevento

 

Good Academy fuori la voce goodacademy

di Teresa Ferragamo

Chissà cosa penserebbe Aurora Guerra se sapesse che Good Academy è un effetto collaterale del Segreto.

Perché prima che l’idea di un’ accademia di doppiaggio nell’impiegatizia Benevento le balenasse, la signora Rita Minocchia Liuzzi  ha divorato centinaia di puntate de Il segreto, la soap opera spagnola, ideata da Aurora Guerra, che ha conquistato dal 2011 milioni di telespettatori in molti paesi del mondo.

La signora Rita, circa 40 anni trascorsi a fare l’equilibrista nel labirinto burocratico della Camera di Commercio, per ammazzare il tempo che la pensione le aveva dilatato, cominciò ad appassionarsi alle turbolenze quotidiane di Pepa Aguirre (Megan Montaner), che nella telenovela lotta e soffre per la realizzazione dei suoi ideali, all’amore, quasi impossibile, tra il sacerdote Gonzalo (Jordi Coll) e la bella Maria Castaneda (Loreto Mauleòn), all’umorismo e all’allegria di Hipolito Miranar (Selu Nieto) e di tutta la sua famiglia.

Personaggi che fecero subito breccia nel suo cuore, fino a diventare di famiglia.

E, in effetti, fu amore alla prima puntata: “Fui completamente rapita dai dialoghi – racconta Rita –  intensi, mai banali, incalzanti, con un ritmo incessante”.

Lei, che le uniche interruzioni dalla routine che si era concessa nella vita erano le partite a carte con le amiche, comincia a trascorrere ore e ore inchiodata alla tv per ascoltare le migliaia di parole sciorinate dai personaggi della soap, fino a rimuginarci su, a studiarle quasi.

Un giorno, incontra per caso Francesco Cavuoto, doppiatore di fama, un big di questo mondo (sue le voci di Adam Goldberg, di Olmo Media, di Job Reep) con origini beneventane. Le domande le vengono fuori con la furia incontrollabile delle fiamme di un lanciafiamme. Fino a quella fatidica: “Perché non fondiamo un’accademia di doppiaggio a Benevento?”

Seguirono ore di ragionamenti, di approfondimenti, di srotolar di dubbi, di tentativi di far prevalere la ragione. Alla fine ad avere la meglio fu la passione di Rita e Francesco per le parole impeccabili.

Nel 2014 nacque così Good Academy, scuola di dizione nella zona alta di Benevento, una grande sala di registrazione, corsi annuali per doppiatori, ma anche per speaker radiofonici.

I docenti sono i migliori doppiatori sulla piazza: docenti della good academy Christian Iansante, voce di Matt Damon, Jude Law, Johnny Depp; Chiara Colizzi,  nota per aver doppiato alcune delle più grandi attrici contemporanee come Nicole Kidman, Uma Thurman, Emily Watson, Penélope Cruz; Franco Mannella, noto al grande pubblico come voce italiana di Roger l’alieno, in American Beauty, o anche Beppe De Marco, tra più noti conduttori di RDS 100% Grandi Successi, la prima emittente in Italia, con più di cinque milioni di ascoltatori.

Una squadra a cui quest’anno si è aggiunta la beneventana Loredana La Peccerella, che ha insegnato in diversi corsi di teatro dizione e recitazione ed è co-conduttrice di un format TV.

“In Good Academy facciamo le cose per bene – spiega Rita -.Abbiamo creato una grande squadra con i protagonisti di diverse discipline dello spettacolo. Grazie alla loro esperienza, maturata ai più alti livelli con le più grandi produzioni internazionali, sono in grado di trasmettere una conoscenza perfettamente allineata con lo stato dell’arte delle diverse discipline”.

A inizio ottobre partiranno le nuove audizioni. Le domande arrivano da molte regioni, soprattutto Sicilia e Puglia.

Quello del doppiaggio è un mondo meritocratico, per emergere occorre molto talento; ecco perché la selezione è intensa. Ma è anche un mondo che non conosce crisi: un big arriva a guadagnare fino a 100 mila euro l’anno, uno agli inizi della carriera supera quasi sempre i 3000. Ma purtroppo – si rammarica Rita –  a Benevento sono ancora in pochissimi a credere nelle potenzialità di una professione che pure fa numeri importanti. Noi abbiamo ancora poche richieste”.

In una classe di otto giovani talenti, alla Good Academy,  due sono riusciti a sfondare: ” È una soddisfazione, soprattutto se consideriamo che siamo un’accademia giovane e fuori dal circuito delle grandi scuole – dice Rita -. Quello della Good Academy è un progetto ambizioso, di grande valore culturale e formativo, che per la prima volta decentra lo show da Roma a sud: Benevento ospita un vero centro polifunzionale con tutte le discipline che aprono la strada al mondo dello spettacolo. Peccato che i beneventani spesso non lo sappiano, e che le istituzioni fingano, invece,  di non sapere”.

Tanto ambizioso è il progetto che Good Academy aprirà una sede anche a Napoli, nella suggestiva e poliedrica San Biagio dei Librai.

“Un’altra sfida. Del resto,  il nostro è più di un investimento, è una scommessa con il futuro”, chiosa la signora Rita.

Teresa Ferragamo

Teresa Ferragamo

Teresa Ferragamo, giornalista per vocazione, addetto stampa con il pallino della comunicazione prima di tutto. Dopo aver scritto per varie testate giornalistiche, ha fondato sanniopage.com, per dimostrare che un altro giornalismo è possibile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Enable Notifications    Ok No thanks