I piani esclusivi degli Stati Uniti per tagliare i legami con le banche russe prese di mira in caso di invasione dell’Ucraina – fonti

WASHINGTON/NEW YORK, 20 febbraio (Reuters) – L’amministrazione del presidente Joe Biden ha preparato un primo pacchetto di sanzioni contro la Russia, tra cui impedire alle istituzioni finanziarie statunitensi di elaborare transazioni per le principali banche russe, hanno affermato tre persone che hanno familiarità con la questione.

Le misure, che saranno attuate solo se la Russia invaderà l’Ucraina, mirano a danneggiare l’economia russa interrompendo le relazioni bancarie “corrispondenti” tra le banche russe prese di mira e le banche statunitensi che consentono pagamenti internazionali.

Mentre le autorità statunitensi hanno affermato che le restrizioni bancarie faranno parte di un potenziale pacchetto di sanzioni, il piano dell’amministrazione di interrompere le relazioni bancarie corrispondenti – che sono alla base dei flussi finanziari globali – non è stato segnalato in precedenza.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Gli Stati Uniti utilizzeranno anche il più potente strumento di sanzioni contro alcuni individui e società russi, inserendoli nella Specially Designated Nationals (SDN), rimuovendoli di fatto dal sistema bancario statunitense, vietando il loro commercio con gli americani e congelando i loro beni statunitensi. Lo hanno detto le stesse fonti.

La Casa Bianca e il Dipartimento del Tesoro hanno rifiutato di commentare.

Le fonti hanno affermato che il pacchetto potrebbe cambiare fino all’ultimo minuto e non era chiaro chi sarebbero stati gli obiettivi. Tuttavia, ritengono che le principali istituzioni finanziarie russe tra cui VTB Bank (VBR.MM)Sberbank (SBER.MM)E VEB e Gazprombank sono potenziali bersagli.

Gli esperti consultati da Reuters hanno affermato che, sebbene lo strumento bancario corrispondente non abbia il punzone di designazione SDN, che congela gli asset bancari, può comunque sferrare un duro colpo alle banche target rendendo difficile le transazioni in dollari USA, la valuta di riserva globale. .

READ  I repubblicani non hanno nulla da offrire sull'Ucraina

Gran parte del commercio globale è gestito in dollari.

Non è chiaro se le banche russe verranno aggiunte all’elenco dei paesi sessualmente definiti, ma entrambi i tipi di sanzioni potrebbero colpire duramente la Russia.

“Poiché un gran numero di transazioni commerciali globali vengono effettuate in dollari USA, questa è una sanzione rapida, ma senza la pena più complessa e mortale di essere inseriti nell’elenco delle persone sessualmente concesse e il congelamento di tutti i beni negli Stati Uniti o negli Stati Uniti. mani di americani”, ha affermato l’avvocato di Washington Kay Georgie, specializzato in commercio internazionale”.

I banner sono esposti all’esterno di una filiale della VTB Bank a Mosca, Russia, 30 maggio 2019. REUTERS / Evgenia Novozhenina

Le fonti hanno indicato che l’amministrazione può escludere determinate operazioni dalle restrizioni se lo ritiene necessario.

“spese generali”

L’amministrazione Biden ha minacciato per settimane di imporre severe sanzioni bancarie alla Russia nel tentativo di dissuadere il presidente russo Vladimir Putin dall’invasione dell’Ucraina. Mosca ha ammassato quasi 150.000 soldati al confine con l’Ucraina, ma Putin ha negato i piani per lanciare un’offensiva.

Peter Harrell, membro del Consiglio di sicurezza nazionale, ha affermato il mese scorso che le “gravi sanzioni finanziarie” fanno parte di una strategia per danneggiare l’economia russa ma risparmiare i suoi cittadini.

“L’obiettivo delle sanzioni finanziarie è davvero quello di imporre costi iniziali a breve termine alla Russia, innescare la fuga di capitali, creare inflazione e convincere la Banca centrale russa a fornire salvataggi alle sue banche”, ha affermato in un discorso alla fine del mese scorso .

I severi avvertimenti hanno innervosito alcune società finanziarie statunitensi. Fonti hanno affermato che membri dei servizi finanziari e delle industrie dei pagamenti sono stati in contatto nei giorni scorsi con l’Office of Foreign Assets Control del Tesoro degli Stati Uniti, che amministra le sanzioni.

READ  7 morti, molti dispersi dopo che un peschereccio spagnolo è affondato nell'Atlantico

La tensione è aumentata durante il fine settimana con la Russia che ha esteso le esercitazioni militari in Bielorussia, sollevando i timori tra le potenze occidentali di un’imminente invasione russa dell’Ucraina.

La Francia ha affermato che domenica Biden e Putin hanno concordato in linea di principio di tenere un vertice, dando speranza che il conflitto possa essere evitato. Per saperne di più

Il primo ministro britannico Boris Johnson ha affermato che gli Stati Uniti e la Gran Bretagna interromperanno l’accesso delle società russe a dollari e sterline se il Cremlino ordina un’invasione.

L’amministrazione Biden è stata altrettanto aggressiva nella sua retorica. In una conferenza stampa venerdì, il vice consigliere per la sicurezza nazionale Dalip Singh ha detto ai giornalisti che il costo dell’invasione della Russia sarebbe “enorme, per la sua economia e posizione strategica nel mondo”.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

(Segnalazione di Alexandra Alper e Karen Freifeld) Montaggio di Chris Sanders, Michael Price e Robert Percell

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.