Il bitcoin russo e altre criptovalute potrebbero far parte di future sanzioni

Washington sta studiando una nuova area per imporre più sanzioni possibili contro la Russia: valute digitali.

Targeting dell’accesso del Paese a CriptovalutaCome Bitcoin ed EtereLa politica delle sanzioni ti porterà in un territorio inesplorato. Bloccare le transazioni può essere difficile, poiché le valute digitali sono intrinsecamente private, progettate per esistere senza confini e per lo più al di fuori del sistema finanziario regolamentato dal governo.

Porta la tua attività FOX in movimento facendo clic qui

Il Amministrazione Biden Il Wall Street Journal ha riferito venerdì, citando un funzionario dell’amministrazione, che la regione è nelle prime fasi dell’esplorazione della regione, con l’obiettivo di interrompere l’attività economica nel paese. Il funzionario ha affermato che le sanzioni imposte alle attività di criptovaluta in Russia dovrebbero essere progettate in modo tale da non devastare il più ampio mercato delle criptovalute, il che potrebbe rendere difficile l’applicazione.

I passi che le autorità di regolamentazione hanno intrapreso negli ultimi anni per monitorare più da vicino le transazioni di criptovaluta potrebbero dare una leva ai governi, ad esempio richiedendo agli scambi di criptovalute e agli intermediari di bloccare le transazioni in determinati paesi o con determinate valute emesse dal governo, come il rublo.

Marlon Pinto, direttore delle indagini presso un’altra società di consulenza sul rischio con sede a Londra, ha affermato che le criptovalute costituiscono una parte più ampia del sistema finanziario russo rispetto alla maggior parte degli altri paesi a causa della sfiducia nel loro sistema bancario. Un rapporto del governo russo stima che ci siano più di 12 milioni di portafogli di criptovaluta, dove sono archiviati asset digitali, aperti da cittadini russi e la quantità di fondi è di circa 2 trilioni di rubli, pari a circa 23,9 miliardi di dollari.

READ  Futures Dow: il rally del mercato mostra un segnale rialzista sulle notizie della Fed, Cina, Russia e Ucraina; Cosa stai facendo adesso

Fare clic qui per i dati sui prezzi delle criptovalute FOX in tempo reale

La Russia è il terzo paese più grande nell’estrazione di bitcoin, che è un processo ad alta intensità energetica e matematicamente complesso mediante il quale vengono raccolti nuovi bitcoin, secondo i dati dell’agosto 2021 dell’Università di Cambridge.

Il governo russo ha un atteggiamento caldo e freddo nei confronti delle criptovalute. La banca centrale del paese ha proposto un divieto alle operazioni di criptovaluta il mese scorso, chiedendo il divieto dell’emissione e delle operazioni di criptovalute, l’interruzione delle banche che investono in esse e il divieto degli scambi di criptovaluta per valute sostenute dal governo. La banca centrale ha anche chiesto il divieto di mining di criptovalute.

Tuttavia, il presidente Vladimir Putin ha affermato a gennaio che la Russia ha “certi vantaggi competitivi” in termini di elettricità in eccesso e forza lavoro addestrata. Il Ministero delle Finanze russo ha presentato al governo una bozza di regolamento che consentirebbe ai residenti di investire in criptovaluta attraverso entità autorizzate, nonostante limitino la quantità di rubli che possono investire. La faida in corso ha spinto Putin a chiedere pubblicamente un compromesso il mese scorso.

Una delle motivazioni per prendere di mira le criptovalute è che possono essere utilizzate per aggirare altre sanzioni che si concentrano sul sistema bancario e di pagamento tradizionale.

Milioni di donazioni CRYPTO a favore delle forze militari ucraine in

L’Iran, che deve affrontare severe sanzioni statunitensi che hanno limitato il suo accesso ai mercati finanziari globali, ha utilizzato il mining di criptovalute per aggirare le sanzioni, secondo la società di analisi Elliptic.

READ  Lo stock di neve scende nella guida alla crescita dei ricavi per l'anno fiscale 2023

Come la Russia, l’Iran è un importante produttore di petrolio, il che gli consente di utilizzare questo carburante per alimentare l’estrazione di bitcoin e raccogliere in cambio valuta digitale e utilizzarlo per acquistare importazioni. Ciò consente all’Iran di evitare sanzioni sui pagamenti tramite le istituzioni finanziarie iraniane.

CLICCA QUI PER LEGGERE DI PIÙ SU FOX BUSINESS

Gli analisti affermano che l’adozione di sanzioni per le criptovalute sarà difficile. I principali scambi di criptovaluta funzionano con le autorità di regolamentazione che richiedono informazioni sui clienti e sulle transazioni sospette. Ma le transazioni di criptovaluta peer-to-peer prive di un broker centrale stanno diventando sempre più popolari.

Scrivi a Caitlin Ostroff a [email protected] e Vivian Salama a [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *