Il direttore del San Pio chiarisce: “In tutto trattati 69 casi sospetti di Covidì19, 14 ora i positivi”

Nel corso della conferenza stampa di questa mattina, il direttore generale dell’ospedale San Pio, Mario Ferrante, ha fatto riferimento a “69 casi di Covid trattati in ospedale”, sottolineando, però, che sono stati 16 quelli poi accertati, ovvero risultati positivi al tampone.

Abbiamo voluto chiedergli cosa intendesse per “69 casi trattati”, visto che sui numeri continua a generarsi confusione.

“In ospedale sono stati trattati 69 persone che presentavano sintomi simili a quelli del Covid-19 – ha chiarito Ferrante al telefono -, abbiamo effettuato i tamponi e 16 di questi sono risultati positivi. Allo stato dei 16, sono ricoverate 14 persone affette da coronavirus, visto che una è deceduta e l’altra, dopo guarigione, è stata dimessa dall’ospedale”.

Il direttore generale del San Pio conferma la volontà di emettere due bollettini medici al giorno: “Consideri che i dati sono in costante evoluzione, mentre parliamo potrebbe essere risultata positiva un’altra persona. Mi auguro che una comunicazione costante possa contribuire a fare chiarezza e a placare la comprensibile preoccupazione tra i cittadini. Noi ce la stiamo mettendo tutta, ma è una battaglia durissima”.

Sul caso dei 126 tamponi effettuati al personale sanitario nelle primissime ore dell’emergenza, Ferrante chiarisce che: “Scegliemmo di farli in un momento di panico, erano tamponi non necessari stando ai nostri protocolli. 102 sono risultati negativi, gli altri sono stati considerati non necessari stando al protocollo, se necessario quando arriveranno i nostri kit li ripeteremo“.

 

Teresa Ferragamo

Teresa Ferragamo

Teresa Ferragamo, giornalista per vocazione, addetto stampa con il pallino della comunicazione prima di tutto. Dopo aver scritto per varie testate giornalistiche, ha fondato sanniopage.com, per dimostrare che un altro giornalismo è possibile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Enable Notifications    OK No thanks