Il premio “Filo d’olio” e le eccellenze sannite a Solopaca

Anche quest’anno, domenica 8 aprile, si è tenuto a Solopaca il “Premio filo d’olio”, giunto alla sua XVII edizione e organizzato dalla Pro Loco di Solopaca guidata dalla Presidente Lucia Saudella.

Una giornata dedicata all’oro giallo del Sannio, che ha visto la partecipazione di 103 produttori di olio d’oliva. I campioni pervenuti sono stati sottoposti ad analisi chimica ed organolettica prima di essere premiati nelle tre categorie: fruttato dolce, fruttato medio e fruttato intenso.

Durante il convengo “L’importanza dei concorsi” tenutosi presso il MEG, Museo Enogastronomico di Solopaca, si è parlato di oli, delle eccellenze sannite, di cultivar e dell’importanza di creare una filiera forte puntando anche sull’azione delle Associazioni di Categoria per la difesa e la tutela degli oli del Sannio.

Al dibattito hanno preso parte, tra gli altri, Paola Fioravanti, Presidente dell’UMAO (Unione Mediterranea Assaggiatori Oli), il Prof. Carmine Colella, membro UMAO, Nicoletta Fidanza, chimico, Raffaele Amore, Presidente CIA. Presenti anche Marella Tammaro, Segretario e Tesoriere della Pro Loco di Solopaca e numerosi produttori che hanno conferito i propri campioni di oli provenienti da diverse zone del Sannio tra cui San Lupo, Cerreto, Casalduni, Frasso Telesino, Solopaca.

I migliori oli, giudicati da un panel di assaggiatori esperti, sono stati premiati con splendide ceramiche cerretesi.

Premiati anche i piatti della tradizione realizzati con i prodotti locali, dolci e rustici nell’ambito del concorso “Tradizioni da gustare”.

Un plauso va agli organizzatori che, tra mille difficoltà, si impegnano alacremente per promuovere e divulgare la cultura dell’olio in direzione di una crescita territoriale che dia spazio alle produzioni di qualità.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Enable Notifications    Ok No thanks