Intercettazioni Russo, Maglione (M5S): “Coinvolgerò il Ministero degli Interni”

“Le intercettazioni riportate dagli organi di stampa inerenti la conversazione tra Nanni Russo, Consigliere Comunale a Benevento in quota Forza Italia, e la famiglia Sparandeo, nell’alveo di una inchiesta che interessava la stessa famiglia Sparandeo, e risalenti alla campagna elettorale del 2016 per la guida della città di Benevento, farebbero emergere un consolidato intreccio tra la malavita organizzata e la politica”, così scriveva su Facebook, qualche giorno fa, il deputato del M5S, Pasquale Maglione.

“Infatti, lo stesso Russo, stando a quanto apprendo dai media, recriminerebbe un mancato appoggio alle suddette amministrative – spiega Maglione –

Riporto qualche estratto delle intercettazioni, rimandando il resto all’articolo di stampa condiviso, dai quali emergerebbe un rapporto abbastanza consolidato tra il consigliere e la famiglia Sparandeo:

E basta Io non ho fatto niente a nessuno… Sono stato a disposizione 30 anni della vita mia, E per culo non mi dovete prendere…” è quanto dice a Stanislao Sparandeo figlio di Corrado Sparandeo;

“…40 anni di amicizia buttati nel cesso…”, sempre rivolgendosi direttamente a Stanislao Sparandeo.

Non spetta certo alla Politica dover definire se ci sono o meno aspetti penali rilevanti – argomenta Maglione – Materia, questa, di competenza della Procura che sono sicuro che stia già facendo i dovuti approfondimenti.

Spetta invece alla Politica, a prescindere dall’esito di una eventuale inchiesta della Procura, stigmatizzare quanto si apprende dalla stampa e attenzionare, per ciò che mi compete, la vicenda al Ministero degli Interni affinché stabilisca se vi siano profili tali da avviare uno specifico procediment”.

Il deputato del M5S insomma annuncia il coinvolgimento del ministro degli Interni su quanto emerso dalle intercettazioni che sanniopage

“Oltre a ribadire – conclude – come faccio da tempo, che le mafie fanno #schifo e che chi si piega al loro volere fa #ugualmente schifo, è mia intenzione portare all’attenzione del Ministero e alla Camera dei Deputati i fatti che ho appreso.

In Provincia di Benevento, viste le notizie diffuse dalla stampa in questi giorni, a fronte di una apparente tranquillità esiste, così come sostengo da tempo, un sottobosco di grave illegalità che è fortemente radicato ad ogni livello amministrativo e istituzionale.

Il Movimento 5 Stelle sannita si adopererà in tutte le sedi opportune affinché si faccia chiarezza di quale sia la reale consistenza di questa terra di mezzo dove malaffare e istituzioni corrotte intrecciano accordi a danno solo dei cittadini onesti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.