INTERVISTA A VINCENZO SGUERA -“Molti mi chiedono di restare, ma sto pensando alle dimissioni”

Vincenzo Sguera, ieri sera, su Facebook, lei sembrava annunciare le sue dimissioni dal consiglio comunale. Sia sincero: ci sta pensando?

“Sì, sto valutando di rassegnare le dimissioni dalla carica di Consigliere Comunale, atteso che nell’ultimo periodo ci stiamo soffermando, ahimè, più sul chiacchiericcio, sugli inciuci e sui litigi personali che sui temi e sui problemi della Città”.

In quel post, lei denuncia la gravità delle dichiarazioni rilasciate da Mastella al Fatto Quotidiano, ma non crede che sia proprio l’Aula consiliare il luogo per inchiodare il sindaco alle sue responsabilità? Andate in aula e chiedete conto di azioni, omissioni e dichiarazioni pubbliche.

“Effettivamente, ogni tipo di questione di natura politico-amministrativa andrebbe discussa nell’aula consiliare, laddove, in un confronto pubblico, ognuno di noi potrà chiedere conto e spiegazioni in ordine al contenuto di talune affermazioni del Sindaco”.

Si dice “stanco di un’amministrazione dove regna il caos, dove non c’è coesione ed un minimo di progettualità concreta” e aggiunge che “invidie, gelosie, incompetenze, cattiverie ed ostruzionismi inutili hanno reso impossibile una costruttiva attività di governo”, secondo lei cosa ha portato a questa degenerazione?

“Il dato su cui riflettere, a mio avviso, è l’implosione delle liste Mastelliane, dalle quali si sono allontanati molti consiglieri di maggioranza, in ragione, a loro dire, del mancato coinvolgimento in merito alle scelte, alle decisioni ed ai programmi decisi aliunde. Il caos che ne è derivato trae origine proprio da ciò”.

Non teme che la città le vivrebbe come una resa?

“Le mie dimissioni prescinderebbero da valutazioni di tal genere; del resto, entrerebbe in consiglio l’amico Francesco Farese, persona per bene, seria, competente ed in grado di determinare liberamente le sue scelte.
Molti miei amici ed elettori mi chiedono di restare in Consiglio. In ogni caso, non si tratterebbe di una resa, ma solo della necessità di render conto alla mia coerenza, alla mia dignità ed alla mia predisposizione alla concretezza , tutte caratteristiche che mi appartengono anche per la professione che svolgo”.

Il suo post trasuda delusione. Ma è deluso da questa esperienza o dalla politica?

“L’esperienza in Consiglio comunale, per certi versi, è stata assolutamente positiva. Potersi addentrare nei meccanismi della macchina amministrativa e poter approfondire tematiche attinenti ai problemi della Città è cosa assolutamente stimolante ed interessante. La delusione, in generale, deriva dal vedere lo “ scadimento “ della nostra società in ogni settore, ivi compreso quello politico”.

Teresa Ferragamo

Teresa Ferragamo

Teresa Ferragamo, giornalista per vocazione, addetto stampa con il pallino della comunicazione prima di tutto. Dopo aver scritto per varie testate giornalistiche, ha fondato sanniopage.com, per dimostrare che un altro giornalismo è possibile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.