Intervista Mastella al Fatto, Caporale ammette solo errore su consigliere arrestato

Finisce a pagina 12, la querelle tra il sindaco Clemente Mastella e il Fatto Quotidiano.

Ieri, a poche ore dalla pubblicazione dell’intervista sul quotidiano diretto da Marco Travaglio, Mastella chiedeva al Fatto di precisare di non aver mai utilizzato termini come ‘fetenzie’, ‘appalti’, ‘subappalti’ e altri termini accusatori scagliati contro i consiglieri della sua maggioranza.

Su Facebook, il sindaco di Benevento annunciava una lettera al direttore accusando il giornalista Antonello Caporale di aver travisato le sue parole.

A pagina 12, sul Fatto in edicola oggi, Caporale ammette un unico errore: quello relativo al consigliere arrestato nel corso di un’inchiesta della Dda sul voto di scambio. “Quel consigliere – scrive Caporale – non è mai stato arrestato,  ma soltanto intercettato nelle sue intercettazioni con il boss”.

Di questo, e soltanto di questo, Caporale si scusa con i lettori. Nessuna marcia indietro sul resto dell’intervista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.