Intimidazioni De Girolamo, Sguera (M5S): “Da queste minacce emerge una donna vendicativa”

“Cara Teresa, ci siamo scontrati tante volte. E continueremo a farlo. Ti ho perfino dedicato un post del mio blog in cui non ero esattamente “gentile” con te… Probabilmente accadrà di nuovo – così ha inteso intervenire Nicola Sguera, portavoce del M5S al Comune di Benevento sulle intimidazioni di Nunzia De Girolamo alla giornalista Teresa Ferragamo – . Ma ho anche riconosciuto il coraggio di alcune tue prese di posizione. Soprattutto non mi verrebbe mai in mente di coartare la tua libertà di espressione utilizzando minacce (velate o non). Leggo la mail dell’ex onorevole Nunzia De Girolamo. E la trovo sconcertante. Posso capire la rabbia che cova in questa signora che si sente tradita (dai suoi): abbandonata dal suo totem Berlusconi, costretta a vedere la sua acerrima nemica Mara Carfagna scalare posizioni nell’organigramma di FI. Ma non posso capire che si sfoghi, non bastandole le comparsate in televisione e i vacui articoli che compulsivamente invia a varie testate giornalistiche, prendendosela con un soggetto più debole. Dalla minaccia di rivelare sms privati emerge il suo carattere: una donna vendicativa, incapace di articolare una risposta sui contenuti del tuo articolo. La stessa immagine uscita dall’inchiesta sull’ASL per la quale è stata rinviata a giudizio. Non è parola che uso spesso, però in questo caso è doverosa: vergogna. Fino ad ora mi ero limitato al sarcasmo. Oggi penso sia una fortuna che il popolo abbia decretato che la signora Boccia si dedicasse a tempo pieno alla sua famiglia. L’Italia davvero non ha bisogno di queste persone che, senza nessun merito, senza nessun anelito ideale, aspirano a guidare il Paese. Ripenso ai pomposi Stati generali che la “nostra” Nunzia organizzò qualche mese fa, a cui parteciparono politici, professionisti, sindacalisti evidentemente alla ricerca di un posto al sole. Hanno avuto la mercede del loro opportunismo: la De Girolamo non eletta, Fernando Errico umiliato da Angela Ianaro. Lasciati completamente allo sbando dalla loro leader disarcionata, non rimane loro che accasarsi sotto le ali protettive del Sindaco Mastella e della Lonardo senatrice. Chi sa se si leverà una parola da costoro, una timida critica nei confronti di tale vergogna (repetita iuvant). 

Unica nota positiva: il tempo dei politici che minacciano, il tempo dei nominati, il tempo del giornalismo alla mercé dei potenti sta finendo. Il 4 marzo è arrivata la tempesta. Spazzerà via in pochi anni le piccole persone che nulla hanno fatto per la nostra terra (questa era l’unica critica a cui la De Girolamo avrebbe dovuto rispondere, ma non si può chiedere l’impossibile).
Per intanto, in attesa dei prossimi scontri (leali) tra noi, ti manifesto il mio sdegno e la mia vicinanza.

Nicola Sguera”

________

Caro Nicola, 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.