Joni Mitchell dice che seguirà Neil Young rimuovendo la sua musica da Spotify a causa della disinformazione sul vaccino

“Le persone irresponsabili stanno diffondendo bugie che stanno costando la vita alle persone”, ha scritto il musicista canadese in a dichiarazione pubblicato sul suo sito web venerdì. “Sono solidale con Neil Young e le comunità scientifiche e mediche globali su questo tema”.

La mossa di Mitchell arriva dopo che Young ha chiesto ai suoi manager e all’etichetta discografica di ordinare l’immediata rimozione di tutte le sue canzoni da Spotify, a causa della disinformazione sul vaccino propagata dal comico e podcaster Joe Rogan.

In una dichiarazione ora cancellata sul suo sito web, Rolling Stone ha riferito che il 76enne Young ha affermato che le conseguenze stavano “potenzialmente causando la morte a coloro che credono che questa disinformazione si sia diffusa”, aggiungendo: “Possono avere Rogan o Young. Non entrambi”.
Mitchell, nota per le sue canzoni “Big Yellow Taxi” e “A Case of You”, ha anche citato un lettera aperta su Spotify pubblicato all’inizio di questo mese da una coalizione di scienziati e professionisti medici che richiedono l’attuazione di una politica anti-disinformazione.
La lettera è stata ripubblicata integralmente sul sito web del cantante 78enne e in essa gli autori hanno delineato una serie di preoccupazioni sul podcast di Rogan “The Joe Rogan Experience”, che attualmente è il podcast più popolare negli Stati Uniti e nel Regno Unito su Spotify.

La CNN ha contattato Spotify e la casa discografica di Mitchell Rhino per un commento, ma non ha ancora ricevuto risposte.

Rogan ha “scoraggiato la vaccinazione nei giovani e nei bambini, ha affermato erroneamente che i vaccini mRNA sono” terapia genica, “ha promosso l’uso off-label dell’ivermectina per curare il COVID-19… e ha diffuso una serie di teorie del complotto infondate”, gli autori di diceva la lettera aperta.

Spotify estrae alcuni contenuti comici in mezzo a una disputa sui diritti d'autore

Hanno anche affermato che almeno due ospiti recenti hanno “paragonato le politiche sulla pandemia all’Olocausto” e hanno affermato che la disinformazione è “una questione sociologica di proporzioni devastanti e Spotify è responsabile di consentire a questa attività di prosperare sulla sua piattaforma”.

Spotify in seguito ha accettato di rimuovere la musica di Young dalla loro piattaforma e l’hashtag #EliminaSpotify è diventato virale tra le critiche al podcast di Rogan. Apple Music anche twittato Giovedì che era adesso”la casa di Neil Young. ”
Young e Mitchell insieme hanno quasi 10 milioni di ascoltatori mensili su Spotify, con Young che ha finito 6 milioni, mentre Mitchell ha 3,7 milioni ascoltatori.

Scottie Andrew della CNN ha contribuito a questo rapporto.

READ  40 La migliore cuscinetto a sfera del 2022 - Non acquistare una cuscinetto a sfera finché non leggi QUESTO!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.