Kevin O’Connell spera di emulare Sean McVeigh, dallo spettacolo teatrale alla costruzione della cultura



Los Angeles Rams contro Green Bay Packers

Getty Images

Il nuovo allenatore dei Vikings Kevin O’Connell ha trascorso gli ultimi due anni lavorando per Sean McVeigh come coordinatore offensivo dei Rams, e O’Connell dice di aver portato tutto ciò che ha imparato a Los Angeles con sé in Minnesota.

O’Connell ha confermato nella sua conferenza stampa introduttiva che sarà lui il chiamante offensivo e ha detto che lavorare a stretto contatto con McVay aiuterà su questo fronte.

“Mi sento come se fossi stato in giro Uno dei migliori giocatori della NFL Negli ultimi due anni [in McVay]E ovviamente il sistema che stiamo usando qui avrà molte caratteristiche di quello che abbiamo fatto a Los Angeles, la capacità di avere una mentalità offensiva, la capacità di usare il nostro attacco sulla linea della contesa”, ha detto O’Connell. Devi avere la proprietà di ciò che fai al centro difensore per gestire l’attacco, e sono molto convinto delle condizioni e della situazione qui per essere davvero preparato a farlo”.

O’Connell ha elogiato McVay come il tipo di capitano che vuole essere.

“Ha avuto un enorme impatto su di me negli ultimi due anni, ma anche dopo ho imparato molto da lui sul tipo di squadra e sulla cultura che voglio costruire”, ha detto O’Connell. Ma è davvero un bravo ragazzo e un grande leader. Spero di portare molte di quelle caratteristiche nella nostra squadra di calcio qui che ha instillato e che ci ha appena aiutato a vincere il campionato del mondo”.

I fan dei Vikings possono solo sperare che O’Connell ottenga risultati come quelli di McVeigh.



READ  L'ultima storia di Trevor - Voci commerciali della MLB

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.