La protesta dei viaggiatori: “Vogliamo più autobus e più corse per Contrada Capodimonte e Rione Libertà”

Col lento e affannoso ritorno alla normalità dopo lo stravolgimento profondo delle attività lavorative provocato dal coronavirus, ci si aspettava una ripresa regolare e ordinata della circolazione degli autobus urbani. Per dare un segno di svolta, anche in senso ecologico, visto il tasso d’inquinamento sempre alto delle polveri sottili nella città di Benevento, si sperava in un potenziamento dei mezzi pubblici. Ma l’amministrazione comunale e la società privata Trotta continuano imperterrite ad applicare il piano partito a gennaio scorso, che già aveva suscitato lamentele per i tagli delle corse e strani accorpamenti.

I più arrabbiasti sono gli abitanti della Contrada Capodimonte, che ogni giorno si recano al Rione Libertà, per motivi di famiglia o di lavoro. La protesta esplode martedì mattina intorno alle undici in Via Vitelli sull’autobus che ha accorpato insieme il numero 3 col 12. “Non capisco più cosa sta succedendo -sbotta la signora Lucia- ieri sera ho atteso due ore per strada. Prima è saltata la corsa delle 18,20,poi quella delle 19,00.Sono arrivata a casa, a Capodimonte, alle otto e 20.Posso capire che può capitare un po’ di traffico, ma due corse saltate sono davvero troppe. L’abbinamento dei due numeri crea confusione e tanti disagi”.
La riorganizzazione prevedeva il 3 col 12 soltanto nei giorni festivi ed il sabato pomeriggio. Ma dopo il coronavirus quella che doveva essere una sperimentazione sta proseguendo anche nei giorni feriali. “La Contrada Pacevecchia -aggiunge la signora Anna- dispone di tre corse, mentre Capodimonte ha solo questa possibilità ed il numero 11 che funziona solo al mattino con orari molto diradati. E’ proprio uno schifo. Ci vorrebbe almeno un altro mezzo intermedio che spezzi la lunga attesa di 40 minuti”. “Considerando che -fa notare il signor Vincenzo Marro- il Ponte San Nicola è ancora chiuso ai mezzi pesanti, siamo costretti a fare un giro tortuoso per Ponticelli. Ci sentiamo proprio abbandonati e trascurati. Aumentiamo le corse”.
Quando nello scorso gennaio furono denunciate tutte le problematiche che presentava il nuovo piano, la presidente della Commissione Mobilità del comune, Angela Russo, comunicò che avrebbe interloquito con la ditta per mettere a posto le cose. “Vi sono delle incongruenze -scrisse in una nota- nella programmazione delle linee del trasporto pubblico. L’intesa sottoscritta prevedeva la riduzione del servizio urbano solo ed esclusivamente nelle giornate di sabato pomeriggio, della domenica e delle festività. Mi incontrerò col sindaco Mastella ed i sindacati per ripristinare le linee interessate per la giornata di sabato mattina, per tutto il periodo feriale e non scolastico”. Dopo le promesse, gli utenti aspettano ancora i fatti.
Il collegamento tra i grandi quartieri della città non può essere ulteriormente penalizzato. La riduzione delle corse colpisce Rione Libertà, formato dalle popolose zone di San Modesto e Addolorata, ed anche i vasti territori di Contrada Epitaffio, San Vito, Monte Pino ,Pontecorvo e Serretelle. Questi ultimi posti sono raggiunti dal numero 5,che effettua l’ultima corsa dell’andata alle 20 e quella per il ritorno dalla Stazione Centrale alle 20,30.I mezzi per il Rione Libertà chiudono i battenti intorno alle 21.Negli anni sono stati fatti numerosi tagli anche sul numero uno. Ma sono passati nel silenzio della politica e degli stessi comitati di quartiere. “Ci vorrebbe una rivolta organizzata -conclude la signora Anna- l’unione fa la forza. Non è un problema di personale. Anzi alcuni autisti sono stati messi in ferie d’ufficio. Vogliamo che siano ripristinati il numero 3 e il 12 com’era prima. Gli autobus sono un servizio pubblico da garantire a tutti i cittadini”.

Antonio Esposito

Antonio Esposito

Docente di lettere con la passione per il giornalismo. Cominciò nel 1982 come corrispondente de "l'Unità". Ha continuato, per oltre vent'anni, con "La Voce della Campania", mensile regionale d'inchiesta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.