Le azioni scendono mentre il petrolio sale a causa dell’embargo petrolifero russo

Martedì le azioni statunitensi sono scese in una sessione instabile, rimbalzando tra perdite e guadagni mentre gli investitori hanno cercato di tenere il passo con una raffica di titoli. I rendimenti obbligazionari, petrolio e oro sono aumentati.

Dopo una giornata di timori sull’inflazione del petrolio Spingendo la media industriale del Dow Jones alla correzioneL’indice principale è sceso di 184,74 punti, o dello 0,6%, a 3.2632,64 punti. L’indice Standard & Poor’s 500 è sceso di 30,39 punti, o dello 0,7%, a 4.170,70 e il pesante Nasdaq Composite Index è sceso di 35,41 punti, o dello 0,3%, a 12.795,55.

La sessione ha evidenziato quanto sia difficile per gli investitori tenere il passo Sviluppi in rapido movimento nell’invasione russa dell’Ucraina. Le azioni sono scese dopo che gli Stati Uniti hanno annunciato il divieto del petrolio russo. Si sono mobilitati dopo che un’intervista con il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha fatto sperare in una rapida fine della guerra. Sono nuovamente caduti in chiusura.

Alcuni osservatori del mercato affermano che gli investitori erano preoccupati per l’incerto bilancio economico della guerra, anche se sarebbe finita rapidamente.

Martedì, il Dow ha visto la sua prima “croce della morte” dal 23 marzo 2020, al culmine della vendita della pandemia. Una “croce della morte” è il caso in cui la media mobile a 50 giorni scende al di sotto della media mobile a 200 giorni. Questo è un segno che il sentimento a breve termine è sceso al di sotto del sentimento a lungo termine.

Nonostante l’appetito per gli asset visti come paradisi, martedì gli investitori hanno svenduto i Treasury statunitensi. Il rendimento dell’obbligazione decennale di riferimento è salito all’1,870%. Da 1,748% lun. I rendimenti e i prezzi delle obbligazioni si muovono in direzioni opposte.

READ  Azioni di Wall Street, i prezzi del petrolio salgono dopo le aspettative aggressive di rialzo della Fed

“Anche se c’è ancora un elemento di scambio di rifugio sicuro, è oscurato dai problemi di inflazione”, ha affermato Sima Shah, capo stratega di Principal Global Investors.

Il passaggio ai paradisi ha spinto l’oro vicino al suo record. L’oro è salito del 2,3% a $ 2.040,10 l’oncia, dopo aver superato in precedenza il massimo di chiusura di $ 2.051,50 registrato il 6 agosto 2020, secondo i dati di mercato del Dow Jones.

Ma il passo più importante è arrivato nel campo del nichelR. Martedì i prezzi del nichel sono quasi raddoppiati a livelli senza precedenti, poiché la guerra in Ucraina ha alimentato i timori di un’interruzione delle forniture del metallo, un componente chiave delle batterie delle auto elettriche. Il London Metal Exchange ha sospeso le negoziazioni di nichel dopo il movimento sfrenato dei prezzi.

Martedì mattina le azioni erano instabili, hanno affermato gli analisti, poiché gli investitori stavano tentando un livello che avrebbe fornito un valore sufficiente per rendere di nuovo attraente l’acquisto. Queste mosse non sono insolite dopo grandi vendite, come quella di lunedì.

Amministrazione Biden Divieto di importazione di petrolio russo Ha portato a un forte aumento dei prezzi del petrolio greggio. Il greggio statunitense veniva scambiato sopra i 130 dollari al barileTuttavia, si è attestato in rialzo del 3,6% a $ 123,70. Arriva in un momento in cui il prezzo della benzina negli Stati Uniti ha raggiunto un record, superando il limite stabilito nel 2008.

L’effetto dell’invasione russa fu Il più drammatico nei mercati delle materie prime, a causa del ruolo della Russia come produttore di risorse. Petrolio, gas naturale e materie prime chiave come minerali e cereali sono aumentati vertiginosamente, aggiungendo pressione alle imprese e alle famiglie che già avvertono la rigidità dell’inflazione in rapido aumento.

READ  La ripresa del mercato cinese nasconde le preoccupazioni per il declino della globalizzazione

“Non tutte le recessioni sono state causate da prezzi elevati del petrolio, ma ogni rally del petrolio ha causato una recessione”, ha affermato Brian O’Reilly, responsabile della strategia di mercato di Mediolanum International Funds. “È probabile che si tratti di una relazione a lungo termine e avrà un impatto sostenibile sui prezzi delle materie prime”.

Gli analisti che osservano i mercati hanno affermato che le vendite mattutine sono cambiate bruscamente dopo un’intervista con Zelensky in cui sembrava rifiutare l’ingresso dell’Ucraina nella NATO e sembrava aperto a un potenziale accordo con la Russia che avrebbe potuto porre fine alle ostilità.

Michelle Clover, analista della società di servizi finanziari Global X, ha affermato che l’intervista, trasmessa su ABC News, ha rivoluzionato il mercato nel pomeriggio. finisce presto.

Alcuni analisti affermano che il mercato ha preso una svolta negativa alla fine della giornata di negoziazione a causa della preoccupazione degli investitori per l’incertezza economica.

Naim Aslam, analista di Ava Trade, ha affermato che le ripercussioni delle sanzioni petrolifere si riverseranno sull’economia globale, dall’energia alle banche alla spesa dei consumatori, ed è difficile sapere quanto sarà grave il danno.

La chiarezza non c’è, ha detto.

Nelle notizie aziendali,

Mandante

Successivamente è sceso del 2% a $ 22,04

l’alfabeto‘S

Google ha dichiarato di aver accettato di acquistare la società di sicurezza informatica per circa 5,4 miliardi di dollari.

Uber

È aumentato del 7,6% a $ 30,74 dopo che il Wall Street Journal ha riferito che la società di servizi passeggeri stava lanciando una campagna per eludere gli sforzi per classificare i suoi lavoratori come dipendenti, il che causerebbe Permetti loro di formare unioni.

Il Dow Jones Industrial Average lunedì ha chiuso in un territorio di correzione per la prima volta in due anni.


Foto:

Courtney Crowe/Zuma Press

In mare aperto, l’indice Stoxx Europe 600 è in calo dello 0,5%. In Asia, i mercati azionari sono scesi dopo i movimenti di lunedì a Wall Street. L’indice giapponese Nikkei 225 è sceso dell’1,7%, mentre l’indice Hang Seng di Hong Kong è sceso dell’1,4% al livello più basso dal 2016.

Da quando la Russia ha invaso l’Ucraina, gli Stati Uniti e i paesi alleati hanno imposto severe sanzioni alla Russia. Shelby Holiday del Wall Street Journal approfondisce il modo in cui queste sanzioni colpiscono tutti, dal presidente Vladimir Putin ai normali russi. Foto: Pavel Golovkin/The Associated Press

Correzioni e amplificazioni
Volodymyr Zelensky è il presidente dell’Ucraina. Una versione precedente di questo articolo affermava erroneamente che il suo nome è Volodymyr Zelitsky.

Scrivi a Will Horner a [email protected] e Paul Vigna a [email protected]

Copyright © 2022 Dow Jones & Company, Inc. tutti i diritti sono salvi. 87990cbe856818d5eddac44c7b1cdeb8

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.