Leah Thomas: la giornalista scientifica del New York Times ha deriso la sua affermazione secondo cui i nuotatori transgender devono affrontare un “controllo ormonale”

il nuovoOra puoi ascoltare gli articoli di Fox News!

Il New York Times La giornalista scientifica Azin Ghrishi ha attirato l’attenzione questa settimana per il suo rapporto sul nuoto in Pennsylvania Lia Tommasol’atleta transgender che ha acceso un dibattito nazionale sull’opportunità o meno di partecipare agli sport femminili delle donne transgender.

Thomas ha fatto notizia negli ultimi mesi dopo aver battuto ripetutamente record di nuoto dopo soli due anni di competizione come maschio biologico, battendo le sue concorrenti di sesso femminile.

LIA THOMAS OF BENZ PER OTTENERE UNA VITTORIA NEI 200 LIBERI NEL TORNEO IVY LEAGUE, INCONTRA IL RECORD

E Grishi, in un rapporto pubblicato mercoledì, ha affrontato la domanda “Cosa distingue le donne?”

“Queste spinose domande sulla natura dello sport non sono nuove per lo sport femminile”, ha scritto Grishi. “È apparso più volte nel corso del secolo scorso, quando l’atleta considerato troppo virile ha iniziato a vincere. Le autorità sportive si sono affidate a test medici – siano essi anatomici, cromosomici o ormonali – per determinare l’idoneità nelle categorie femminili, con test simili non richiesto per gli uomini. Ma nel mondo delle prestazioni fisiche d’élite, dove la biologia insolita è la norma, la scienza non ha mai dato risposte accurate.

Leah Thomas, il nuotatore transgender Ben.

Leah Thomas, il nuotatore transgender Ben.
(Foto AP/Josh Reynolds)

Gli articoli hanno affrontato le controversie negli sport femminili per decenni con esperti che riflettevano sull’argomento.

Un esperto, direttore della Adult Gender Identification Clinic di Londra, il dottor James Barrett, ha suggerito che le donne transgender potrebbero avere uno svantaggio in alcuni sport, a causa dei loro muscoli pesanti, e ha detto al Times: “Le donne transgender generalmente non vincono attraverso il consiglio di amministrazione.. Non è così ovvio che ci sia necessariamente un vantaggio.

READ  Dichiarazione CONCACAF in merito alla partecipazione dell'AS Cavalli al Campionato SCCL 2022

PEN’S LIA THOMAS HA VINTO L’IVY LEAGUE NEI 500 GRATIS

Tuttavia, il giornalista del Times ha riconosciuto: “Tuttavia, a causa dello sviluppo durante la pubertà, gli atleti transgender possono avere qualche vantaggio fisico duraturo in uno sport come il nuoto, come un’altezza più lunga e mani e piedi più grandi”.

Grishi ha condiviso il suo report su Twitter, scrivendo: “Lea Thomas è solo l’ultima atleta d’élite del secolo scorso ad aver subito un controllo anatomico, cromosomico o ormonale per competere in eventi femminili. Una cosa che hanno tutte in comune? Hanno vinto. “

I critici hanno deriso le osservazioni di Grishi.

Joe Concha, un collaboratore di Fox News ha risposto:

Il commentatore politico Drew Holden ha scritto: “Ci vorrebbe un enorme grado di ingenuità per credere che il controllo qui non sia il risultato del fatto che Thomas fosse un membro della squadra di nuoto maschile della stessa università solo nel 2019”. “Semplicemente non capisco come qualcuno che agisce in buona fede possa confrontare l’uso discutibile e l’applicazione dei test del testosterone alla matematica per reagire quando qualcuno che tre anni fa gareggiava come uomo ora sta gareggiando come donna”.

CLICCA QUI PER APPLICAZIONE FOX NEWS

“Per favore, spiega cosa significa ‘screening cromosomico’”, ha detto al giornalista del Times Stephen Miller, redattore di The Spectator.

“Abbiamo finalmente trovato un modo per indurre le femministe a difendere gli uomini”, ha scherzato lo scrittore di Substack Jim Treacher.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.