L’intervista. Izzo (Civica Popolare): “Puntiamo al voto moderato. Mastella? Si è alleato con l’estrema Destra”

Lei è candidato con Civica Popolare, il partito fondato da Beatrice Lorenzin. Cosa la convince di questo progetto politico?

“Ho sposato un progetto di continuità di governo. La Lorenzin ha stravolto radicalmente il sistema sanitario, ma ha molti altri punti interessanti nel programma. Tra quelli che sento più vicino, uno in particolare è risollevare il ceto medio, negli ultimi anni la crisi economica ha seminato panico all’interno della popolazione, alimentando così il populismo di destra e di sinistra. La precarietà di questa classe sociale ha determinato un calo vertiginoso delle nascite e un blocco dell’economia. Credo fermamente che si deve ripartire dalla ricostruzione del popolo moderato e lavoratore, una volta al governo avremo la responsabilità di trasmettere sicurezza ai cittadini. Più salario, attività per gli anziani, asili nido gratuiti, raddoppio bonus bebé… un Paese sano deve essere formato da famiglie sane, partire dal basso è la soluzione che proponiamo. La scuola deve essere il punto fermo dal quale partire, dove i nostri figli possono imparare il rispetto per il prossimo e l’importanza dell’integrazione”.

Siete in coalizione con il Pd. Alla presentazione dei candidati a Benevento avete sostenuto con forza che sarete capaci di essere determinanti per il Partito democratico soprattutto nel collegio uninominale della Camera dei Deputati dove è candidato Carmine Valentino. Su cosa puntate per essere attrattivi?

Puntiamo a racimolare i voti dei moderati, di quelle persone che hanno smesso di credere nella politica ma che vedono ancora la politica seria come unico sbocco per uscire dalla crisi. Noi siamo un gruppo di amici e di amministratori che hanno a cuore il bene del Sannio, spero di riuscire a trasmettere quest’amore ai miei amici sanniti. Saremo determinanti per la vittoria del centrosinistra”. 

In passato è stato vicino a Clemente Mastella, che oggi candida la moglie con Forza Italia. Lei invece è alleato del centrosinistra. Come spiega la sua scelta?

Mi sono candidato alle comunali in una lista civica di Mastella, ma, aderendo a Forza Italia, il sindaco si è spostato a destra, una destra che attualmente sta prendendo forme estreme. Mi reputo un moderato, non potrei mai allearmi con un folle che pensa di risolvere i problemi con le ruspe”. 

Il M5S potrebbe confermarsi prima forza politica nel Paese. Teme una sua avanzata anche nel Sannio?

“Assolutamente NO. i 5 Stelle non hanno un vero e proprio programma, si limitano a dire quello che la gente vuole sentirsi dire. Sono un gruppo di bravi ragazzi ma credo ancora non pronti per fare politica. La loro propaganda è sul dimezzamento degli stipendi, credo che un incompetente non dovrebbe assolutamente ricevere salario. Ti faresti operare da un cardiologo incompetente ma che prende metà dello stipendio?”. 

 

Teresa Ferragamo

Teresa Ferragamo

Teresa Ferragamo, giornalista per vocazione, addetto stampa con il pallino della comunicazione prima di tutto. Dopo aver scritto per varie testate giornalistiche, ha fondato sanniopage.com, per dimostrare che un altro giornalismo è possibile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.