Mariupol: I sopravvissuti e le riprese dei droni rivelano l’entità della distruzione

Il consiglio comunale di Mariupol ha dichiarato martedì che circa 2.000 auto private sono riuscite a lasciare la città e altre 2.000 sono state parcheggiate sulla strada principale fuori Mariupol a partire dalle 14:00 ora locale di martedì.

Le partenze sono avvenute nonostante la continua incapacità di stabilire corridoi formalmente sicuri per l’evacuazione dei civili da Mariupol, assediata dal 1 marzo.

Funzionari ucraini stimano che fino a 2.500 civili siano stati uccisi a Mariupol. Circa 350.000 persone sono intrappolate in città, con i funzionari che avvertono coloro che sono rimasti senza elettricità, acqua e riscaldamento.

Due donne, che sono riuscite a fuggire nella regione di Zaporizhia, a circa 140 miglia di distanza, lunedì hanno raccontato alla Galileus Web le condizioni a Mariupol e la loro spaventosa escursione.

La morte di una donna incinta e del suo bambino dopo l'attentato all'ospedale di maternità di Mariupol

Lydia, che non ha fornito il suo cognome per motivi di sicurezza, ha detto alla CNN di aver deciso di lasciare Mariupol dopo che i bombardamenti russi hanno iniziato a colpire vicino a casa sua.

“Abbiamo lasciato la città sotto i bombardamenti”, ha detto il 34enne, “non c’è silenzio a Mariupol”. “Oggi abbiamo parlato con i nostri vicini e hanno detto che ora la situazione è peggiore, quindi nessuno sa se le persone potranno lasciare Mariupol oggi”.

Ha detto di aver trascorso due settimane in uno scantinato con circa 60 altre persone, aggiungendo che usciva di tanto in tanto solo per recuperare cose dal suo appartamento.

Descrivendo il volo fuori città, Lydia ha detto: “Ci siamo fermati più volte e abbiamo nascosto i bambini perché l’aereo volava molto basso proprio sopra di noi. Avevamo paura che ci sparassero. Ma non era più possibile rimanere nella Mariupol ora è solo un inferno.

Questa immagine satellitare mostra gli incendi in un'area industriale nella parte occidentale di Mariupol il 12 marzo.

Svetlana, che non ha rivelato il suo cognome per motivi di sicurezza, ha detto alla Galileus Web di aver permesso a 17 persone di rifugiarsi nella sua casa dopo che le loro case erano state distrutte e di aver cucinato la zuppa nel suo giardino usando l’acqua piovana.

READ  Nazanin e Ashouri arrivano in Gran Bretagna dopo il calvario della prigione iraniana

“Quando è iniziata la guerra, non volevo andarmene. Ma quando i proiettili hanno iniziato a volare sopra la testa 24 ore su 24, restare lì è diventato insopportabile”, ha detto il 57enne. “Mio figlio è rimasto a Mariupol, sono molto preoccupato per lui, ma ha deciso di restare. Non sono riuscito a convincerlo ad andarsene”.

Parlando delle condizioni a Mariupol, Svetlana ha detto: “Ci sono ancora molte persone in città. Ho detto ai miei vicini che è possibile partire, ma hanno paura che tutto sia minato”.

Ha aggiunto: “Ieri l’ultimo negozio di alimentari della città è stato bombardato, mi chiedo come sopravviveranno le persone ora?”

Con la città che si sta trasformando in un campo di battaglia, martedì un funzionario ucraino ha accusato le forze russe di aver trattenuto persone nell’ospedale regionale di terapia intensiva di Mariupol.

Medici e pazienti sono trattenuti contro la loro volontà, ha affermato Pavlo Kirilenko, capo dell’amministrazione regionale di Donetsk, aggiungendo che un dipendente dell’ospedale è stato in grado di trasmettere informazioni su ciò che stava accadendo.

“È impossibile uscire dall’ospedale. Stanno sparando forte, siamo seduti nel seminterrato. Le auto non sono state in grado di guidare in ospedale per due giorni. Grattacieli stanno bruciando intorno a noi … I russi si è precipitato”, ha detto Kirilenko nel suo canale ufficiale su Telegram, citando un dipendente dell’ospedale, Sono 400 persone dagli edifici adiacenti al nostro ospedale. Non possiamo andarcene”.

Kirilenko ha detto che l’ospedale è stato “praticamente distrutto” diversi giorni fa, ma il suo personale e i pazienti sono rimasti nel seminterrato dove i pazienti hanno continuato a essere curati.

READ  È solo l'una del pomeriggio a Kiev. Ecco cosa devi sapere

Le immagini satellitari rilasciate lunedì da Maxar Technologies rivelano l’entità dei danni alla città, compreso l’ospedale e un certo numero di complessi di appartamenti.

Questo screenshot del filmato del drone mostra un veicolo militare che spara colpi vicino a un edificio.

L’ospedale ha un buco nelle pareti meridionali e si possono vedere macerie sparse ovunque, mentre i condomini hanno mostrato danni significativi.

Le immagini satellitari del distretto di Primorsky, a circa un miglio a sud dell’ospedale, mostrano case in fiamme dopo che apparentemente sono state colpite dagli scioperi russi.

Le riprese dei droni emerse lunedì hanno mostrato anche un complesso di appartamenti distrutto e densi pennacchi di fumo che si alzavano a ovest della città.

Opinione: Esperto di crimini di guerra: gli invasori russi oltrepassano il limite

Il video è stato pubblicato su Telegram dal Battaglione Azov, una milizia ultranazionalista che da allora è stata incorporata nelle forze armate ucraine. La CNN ha geolocalizzato e verificato il video.

Numerosi tentativi ufficiali di creare corridoi sicuri ed evacuare i civili da Mariupol sono falliti negli ultimi giorni. Funzionari hanno detto che un grande convoglio di aiuti umanitari che doveva arrivare domenica non ha raggiunto la città fino a lunedì.

Alcuni hanno fatto ricorso allo scongelamento e allo smantellamento dei sistemi di riscaldamento per ottenere acqua da bere, ha detto lunedì alla TV ucraina Petro Andryushenko, consigliere del sindaco della città.

“La maggior parte delle persone sta in scantinati e rifugi in condizioni disumane. Niente cibo, niente acqua, niente elettricità, niente riscaldamento”, ha detto Andryushenko.

Il fumo si alza dai condomini danneggiati.

Parlando lunedì, Oleksiy Aristovich, un consigliere nell’ufficio del presidente Volodymyr Zelensky, ha affermato che il bombardamento di Mariupol ha ucciso più di 2.500 persone.

La CNN non può verificare in modo indipendente questi numeri di vittime.

Lunedì, Zelensky ha anche accusato la Russia di aver commesso crimini di guerra nei suoi attacchi alla città e ad altre parti del Paese.

READ  Citando l'intelligence statunitense, Biden afferma che Putin ha deciso di invadere l'Ucraina

“La responsabilità per i crimini di guerra commessi dall’esercito russo è inevitabile. La responsabilità per una deliberata catastrofe umanitaria nelle città ucraine è inevitabile”, ha affermato. “Il mondo intero vede cosa sta succedendo a Mariupol”.

Jack Guy Books da Londra. Segnalato da Ivana Kutsova di Leopoli.
Tim Lister, Tamara Keblawi e Yulia Kasaeva della CNN hanno contribuito a questo rapporto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.