Mastella al Fatto Quotidiano: “Dimissioni il 2 febbraio. Basta è tutto un arraffa-arraffa”

Ci voleva Clemente Mastella per una versione pop-politica della celebre frase ‘è tutto un magna magna‘: “E’ tutto un arraffa-arraffa”,  dichiara il sindaco di Benevento al Fatto Quotidiano.

Un’intervista rilasciata ad Antonello Caporale in cui l’ex ministro di Grazia e Giustizia venuto a godersi gli anni della pensione in un microcosmo come Benevento, usa parole aspre contro la sua stessa maggioranza.

E’ un arraffa arraffa continuo dei consiglieri. Chi chiede, chi avanza, chi tradisce, chi perisce. Ma sai che dico? Mi dimetto da sindaco. E mo’ basta! Faccio piazza pulita, ripulisco questa fetenzia”, sentenzia.

Mastella è politico e comunicatore abile, le sue dimissioni anticipate, dopo l’arrivo del Capo dello Stato a Benevento, sono una mandakrata, la mossa del cavallo di uno degli ultimi politici puri ancora in circolazione.

Da maestro indiscusso del ‘voltagabbanismo’ a vittima dello stesso, Mastella finisce vittima della legge del contrappasso: “Sono stato fregato dai voltagabbana – dichiara sul Fatto – il mio clientelismo era meglio”. E annuncia: “Si rivota, tornerò più forte”.

“Non mi piacciono le facce, le richieste continue, non mi piacciono le persistenze Se sapesse cosa chiedono! – tuona – Io non sono il tipo che tiene tutto per sé, ma vogliono sempre di più. Anticipo solo il voto – aggiunge- lo collego a quello regionale. E mi faccio una lista coesa, specchiata, forte”-

Teresa Ferragamo

Teresa Ferragamo

Teresa Ferragamo, giornalista per vocazione, addetto stampa con il pallino della comunicazione prima di tutto. Dopo aver scritto per varie testate giornalistiche, ha fondato sanniopage.com, per dimostrare che un altro giornalismo è possibile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.