Mastella: “Chiudere tutto, tranne farmacie e alimentari”

“Io credo che se al Sud vogliamo evitare una devastante ondata di ritorno dello sciame virale occorre, tranne alimentari e farmacie, chiudere tutto, per due o tre settimane. Noi sindaci siamo in prima linea e, a differenza di quanti al Governo ed alla opposizione, per considerazioni politiche chiedono misure, prima miti ed ora forti. Noi sindaci chiediamo a voce alta quanto la gente chiede. Non abbiamo altri interessi. Personalmente, oggi non me ne frega nulla di parlare da politico, avendo praticato questa attività per 40 anni. Parlo ascoltando le preoccupazioni delle persone, parlo della paura che hanno, parlo del tumore maligno che ora risiede nel Nord e può prendere tra poco anche noi al Sud. Parlo con la voce di tanti miei colleghi sindaci. Smettetela, maggioranza ed opposizione di esibirvi. Decidete insieme. A nome di tanti altri colleghi chiediamo misure urgenti in tutto il territorio nazionale. Non perché oggi lo chiedono dal Nord, che prima diceva il contrario, ma perché lo chiede il buon senso. Conte ascolti gli scienziati bravi che ci sono e decida. Ma decida. Occorrono anche da noi misure shock. Possibile che il Coronavirus perda con le dittature al potere e vinca contro le democrazie? Anche questo è in gioco”. Lo dichiara il sindaco di Benevento, Clemente Mastella.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.