Sui migranti Mastella rischia di fare il Salvini del Sud e chiarisce: “Favorevole all’accoglienza”

Gli saranno fischiate le orecchie o gli saranno già arrivate le prime telefonate del tipo ‘quoque tu, così ecumenico, cattolico e così democristiano d’antan’ contro i migranti?

O anche gli sarà venuto in mente quel ‘mezzo leader” di Salvini, come lo apostrofò lo scorso giugno rinfacciandogli di aver perso pure a Varese.

Perché nel giro di mezz’ora, il sindaco Clemente Mastella, invia una nota di precisazione, in cui ribadisce che “in relazione alla richiesta di convocazione urgente del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, ribadisce di essere favorevole al principio dell’accoglienza dei migranti sia dal punto di vista cristiano che umano, ma nello stesso tempo sottolinea la necessità di favorire la possibilità d’integrazione e scongiurare l’insorgenza di possibili tensioni con la popolazione attraverso forme di maggiore controllo del territorio”.

Insomma, Mastella non ci sta a fare l’eretico, il leghista terrone, e a disobbedire alla Santa Madre Chiesa o alla legge morale dentro di sé e si affretta a chiarire. Per evitare l’ira dell’Arcivescovo e che le tv nazionali lo dipingano come il ‘Le Pennino d’Italia’, quel Salvini di cui ‘se ne fotte’.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.